fbpx
Cronache

Il Comune a rischio liquidità

Il Comune di Catania si trova in emergenza liquidità. Così ha descritto le casse comunali il sindaco Salvo Pogliese nel corso della riunione dei parlamentari nazionali e regionali. 

«Se non si interviene immediatamente la condizione di liquidità delle casse comunali, tra due o tre mesi, potrebbe diventare drammatica. Ci sarebbe impedito di pagare gli stipendi alle quasi diecimila famiglie che direttamente o indirettamente sono legate al Comune. Abbiamo pronto un pacchetto di proposte legislative per intervenire sul debito comunale», ha dichiarato il sindaco.

La grave situazione del Comune

Passati tre mesi dalla dichiarazione di dissesto, il quadro finanziario delle casse comunali risulta allarmante. Il sindaco, il vice sindaco e l’assessore al Bilancio per evitare che finisca la residua scorta di liquidità del Comune, hanno consegnato un dossier contenente diverse opzioni. 

Tra le misure troviamo, prima di tutte, la sospensione temporanea delle rate dei mutui con relativa rinegoziazione. Successivamente l’introduzione della Tari nella bolletta Enel con sei rate annuali.  Poi l’aumento a cinque dodicesimi dell’anticipazione di tesoreria per tutto il periodo del dissesto. Infine l’attivazione del fondo regionale di garanzia per il pagamento degli stipendi con anticipazione dei trasferimenti di competenza della Regione.


Tutti i parlamentari di ogni schieramento hanno apprezzato l’iniziativa del sindaco di riunire in Municipio. Salvo Pogliese ha chiesto di sostenere  la proposta di legge per l’istituzione di un contributo di un milione di euro per lo svolgimento del festival belliniano. In seno alle istituzione regionali, invece, dovranno essere recuperate le risorse venute meno coi tagli ai finanziamenti, al fine di scongiurare la chiusura del Teatro stesso.

A centro delle discussioni come trasformare il pacchetto di proposte dell’amministrazione comunale in provvedimenti concreti. Ma non solo: anche le cause che hanno portato il Comune al dissesto sono state di ampio dibattito.

A conclusione della riunione, il sindaco Pogliese ha ringraziato tutti i deputati e i senatori per la disponibilità mostrata. Il primo cittadino auspicache da Roma e da Palermo arrivino i sostegni necessari per un bilancio riequilibrato.

«Sono un inguaribile ottimista- ha concluso il sindaco – e sono convinto che, malgrado tutto, non dobbiamo perdere la fiducia», ha concluso Salvo Pogliese.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker