fbpx
NeraNews

Commercio internazionale di cocaina tra Salerno e Sudamerica

Un maxi sequestro da 110 kg di cocaina, è il frutto dell’operazione condotta dai finanzieri del Comando Provinciale di Catania, nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Procura Distrettuale della Repubblica etnea.

Le fiamme gialle hanno eseguito, tra Palermo e Frosinone, 4 provvedimenti di fermo di indiziato di delitto emessi nei confronti degli appartenenti a un’associazione internazionale dedita all’importazione e al traffico di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti.

La cocaina purissima, contenuta in alcuni borsoni nascosti all’interno di un container carico di banane, era destinata al mercato Etneo e avrebbe fruttato 14 milioni di euro.

Quattro i provvedimenti emessi nei confronti di: Vincenzo Civale, che teneva i contatti diretti con i fornitori sudamericani, Antonino Lupo e Antonino Catalano, ritenuti i principali committenti del carico, e di uno spagnolo residente in Sudamerica.

Civale, seguendo proprio le direttive dello spagnolo, si recava per alcuni mesi in Colombia per conquistare la fiducia dei fornitori di cocaina. Durante questi mesi, Civale teneva i contatti con Lupo per stabilire. Il modo più sicuro di inviare lo stupefacente.

Alla fine del 2016, si realizza una prima spedizione di prova di 9 kg di cocaina ad una azienda etnea di fantasia. I mittenti colombiani erano riusciti a nascondere la droga grazie al carbone vegetale in polvere, che sarebbe stato poi separato grazie a un ulteriore procedimento chimico.

Convinti dell successo della prova, hanno proceduto a inviare il carico da 110 kg a Salerno, dove però sono stati bloccati dai Finanzieri.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button