fbpx
MultimediaNewsPolitica

Commercianti in guerra, Sorbello: “Bianco torni a casa”

Catania –  Una ventina di commercianti hanno bloccato la viabiità all’incrocio tra via Gabriele D’Annunzio e via Vittorio Emanuele Orlando, entrando tra i new jersey che creavano le rotonde transitorie. Da mesi, i commercianti della zona erano in lotta con l’amministrazione per il cambio di viabilità, a cui si sono opposti con strenua resistenza. Solo durante le festività le loro parole erano state ascoltate, per poi tornare al nuovo nodo al termine di queste ultime.

Per protesta, i negozianti, hanno anche bloccato un camion che doveva mettere i cordoli per le rotonde definitive.

Durissime le parole di Francesco Sorbello, di Confcommercio: “Il sindaco Bianco torni a casa, loro continuano con questo piano viario che si è dimostrato fallimentare e dannoso. Il consiglio comunale e la commissione viabilità hanno chiesto di comune accordo il ripristino del vecchio piano, ma il sindaco non li ha ascoltati”.

Dello stesso tono Giancarlo Tropea, commerciante della zona: “Ho votato Bianco perchè avevo visto quello che aveva fatto in precedenza con questa città, ma me ne pento”

Tags
Mostra di più

Marco Benanti

45 anni, ex operaio scaricatore alla base di Sigonella, licenziato in quanto “sgradito” al governo americano per “pensieri non regolari”, ex presunto “biondino” dell’agenzia Ansa, ex giocatore di pallanuoto, ex 87 chili. Soggetto sgradevole, anarchico, ne parlano male in tanti, a cominciare da chi lo ha messo al mondo: un segno che la sua strada è giusta. Ha, fra l’altro, messo la sua firma come direttore di tante testate, spesso solo per contestare una legge fascista di uno Stato postfascista che impone di fatto un censore ad un giornale (e in molti hanno, invece, pensato che lo ha fatto per “mettersi in mostra”). E’ da sempre pubblicista, mai riconosciuta alcuna pratica per professionista, nemmeno quelle vere. Pensa di morire presto, ma di lui – ne è certo- non fregherà niente a nessuno. Nemmeno a lui.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker