fbpx
CronacheNews

Comitato No Pua: “Ombre di illegalità sul Pua, l’anti corruzione indaghi”

“Io non so con quale associazione il sindaco si sia confrontato, sicuramente non con noi. Più volte abbiamo chiesto un incontro per parlare ma non è mai avvenuto”. Così Giolì Vindigni, portavoce del Comitato No Pua, commenta l’annuncio dato ieri dal sindaco Bianco dell’approvazione da parte della giunta del Pua.

“Ci sono numerosi aspetti che il sindaco e la giunta non hanno considerato, iniziando dal progetto stesso. Il sindaco parla di nuovo spazio verde in città, ma come può essere tale se il progetto prevede la cementificazione di un’area vastissima con parcheggi ed alberghi?”
L’area coinvolta nel Pua sarà complessivamente di di 1.243.000 metri quadrati di cui dedicata alle costruzioni è di 185.000 mq, con indice di edificazione di 0,15 mq/mq con la costruzione di opere come un palazzo dei congressi, uno per le esposizioni, un acquario, un parco dei divertimenti, spazi per attività ludiche, ricreative, culturali, scientifiche, sportive, piccole strutture commerciali, ricettività alberghiera ed extra alberghiera.

“Ciò che l’amministrazione sembra non capire – continua a spiegare Vindigni – è che associare tre tipi di turismo (congressuale, di lusso e familiare) non porterà a nulla, così come dimostrato nel resto d’Europa. Inoltre, è inutile costruire un nuovo centro congressi quando abbiamo quello delle Ciminiere, che con l’abolizione delle province diventerà comunale, totalmente inutilizzato. Si valorizzino le risorse che già abbiamo”.

Tema delicato per quanto riguarda il protocollo di legalità che il sindaco vuole realizzare. Il Pua è stato per diversi motivi al centro dell’attenzione della magistratura. Una parte dei terreni coinvolti, infatti, sarebbero stati al centro dell’inchiesta Iblis e proprietà di Mario Ciancio Sanfilippo che, grazie al l’appoggio dell’ex governatore Raffaele Lombardo, li avrebbe trasformato da agricoli a edificabili. Senza contare che l’imprenditore del progetto Stella Polare Pua, Renzo Bissoli, è stato condannato per bancarotta fraudolenta
“L’ombra dell’illegalità sul Pua esiste da sempre -conclude Vindigni – ed è per questo che a settembre ci rivolgeremo al Presidente dell’autorità Anticorruzione, Raffaele Cantone, affinché blocchi questo progetto”.

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker