fbpx
CronachePrimo Piano

Comitato Centuripe #restiamopuliti, NO a discarica Oikos

Nuovo mega impianto per il trattamento dei rifiuti, il Comitato Centuripe #restiamopuliti esprime il proprio dissenso inviandoci quanto segue ed organizzando per domenica 18 novembre una giornata NO DISCARICA.

La ditta OIKOS S.p.A., società catanese nota nel settore delle discariche e del trattamento dei rifiuti, ha presentato al Comune di Centuripe un progetto per la realizzazione di un MEGA IMPIANTO, da collocare in c. da Muglia, capace di accogliere un terzo dei rifiuti provenienti da tutta la Sicilia, con la vasca più grande mai esistita nell’Isola.

La chiamano “piattaforma di gestione e valorizzazione rifiuti” ma, dopo aver attenzionato qualsiasi aspetto tecnico,  siamo certi di aver capito di cosa si tratta:

I numeri sono impressionanti. Il sito, infatti, riceverà mille tonnellate al giorno di rifiuti che sarebbero oggetto di trattamento meccanico-biologico, utile a stabilizzare la frazione organica dell’indifferenziato e la possibilità di gestire ben  300 metri cubi al giorno di percolato. Cos’è il percolato? Si tratta di un liquido che trae origine dall’infiltrazione di acqua nella massa dei rifiuti o dalla decomposizione degli stessi. Una sostanza molto dannosa per l’ambiente e la salute.

COSA NE PENSANO I NOSTRI AMMINISTRATORI A RIGUARDO?

Il sindaco, dapprima si dice favorevole a portare avanti l’iniziativa, queste le sue parole: “Andrò avanti fino a sbattere”, rifiutando qualsiasi tipo di confronto democratico con i cittadini, aggiungendo: “credo moltissimo al progetto che, a mio modo di vedere, sarà una grande occasione di sviluppo economico e territoriale”. Successivamente, a causa delle pressioni ricevute dalla cittadinanza, cambia idea e corregge il tiro. Questo ciò che annuncia, attraverso i social:

“Qualora i pareri degli Enti preposti dovessero risultare positivi, su una scelta così importante per la nostra comunità, ritengo necessario dare la parola direttamente ai centuripini, si andrà al referendum”.
A tal proposito vorremmo dire al Sindaco che l’eventuale realizzazione di quella che di fatto sarà 1 BOMBA ECOLOGICA, riguarderà tutte le comunità del circondario, comprendendo quindi:

Catenanuova (a soli 3km da c.da Muglia), Castel di Iudica, Paternò, S. Maria di Licodia, Biancavilla, Adrano e Regalbuto.

Molti dei cui abitanti, tra l’altro, SONO PROPRIETARI TERRIERI NELL’AREA in questione.

Cari concittadini, potrebbe quindi esserci la possibilità di andare a decidere se deturpare, o meno, 300 ettari del NOSTRO territorio e devastare un’area di alto valore paesaggistico-ambientale, ove si insiste la coltivazione di frumento, arance biologiche e con marchi protetti, ove insiste un importante insediamento archeologico come le tombe a tumulo di contrada Cuba e gli insediamenti preistorici di Monte Pietraperciata. ASSURDO! Ci chiedono di scegliere se VOGLIAMO CONTINUARE A VIVERE IN UN AMBIENTE SALUBRE oppure DEVASTATATO DA SIFFATTA OPERA, CORRENDO IL RISCHIO DI AMMALARCI E NON POTERCI PERMETTERE UNA PASSEGGIATA ALL’ARIA APERTA!?

Anche voi credete che questa sia un’opportunità di crescita? La vera opportunità è di quanti fanno dei rifiuti un vero e proprio business così come le cronache ci riferiscono. Converrete con noi che qualcosa non torna. STIAMO ATTENTI.

NON PERMETTEREMO A NESSUNO DI PRENDERSI GIOCO DI NOI E DELLA NOSTRA SALUTE! NOI DICIAMO NO!

DICIAMO NO ALLA DISCARICA E A TUTTO CIO’ CHE CI STA DIETRO! DOBBIAMO RIMANERE PULITI! CENTURIPE, E LA STORIA MILLENARIO, NON POSSONO FINIRE NELL’IMMONDIZIA!

Ecco il programma della giornata:

09.00: Raduno a Corradino. Si andrà a Pietraperciata
09.30: Visita guidata con i soci di SiciliAntica
16.00: Raduno a Corradino
16.30: Inizio Corteo di protesta “NO DISCARICA
18.00: Assemblea pubblica in Piazza Sciacca

E.F.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button