fbpx
Nera

Spara 8 colpi di pistola alla porta della vicina che aveva litigato con la figlia

Il litigio tra la figlia e una donna e il padre spara alla porta 8 colpi. Scene da far west a San Cristoforo e due arresti: i pregiudicati Giuseppe Censabella, 39 anni, ed Alessandro Scalia, 40 anni.

La lite

Il 4 settembre scorso la figlia di Giuseppe Censabella avrebbe avuto una accesa discussione con una vicina. Ad alimentare il fuoco della discussione anche l’intervento di Censabella con Scalia, che avrebbero iniziato un litigio con il proprietario di casa, reo di aver difeso la donna.

Dalle parole ai fatti, i tre uomini sono passati alle mani. Censabella, non contento, si è allontanato per prendere un bastone con il quale avrebbe cercato di picchiare l’uomo.

Non riuscendoci, si sarebbe nuovamente allontanando preannunciando già il suo intento: sparare al vicino e alla sua famiglia.

La sparatoria

Censabella è stato di parola: a bordo dello scooter condotto da Scalia, armato di pistola e, senza scendere dal mezzo, avrebbe esploso otto colpi d’arma da fuoco verso la porta dell’abitazione.

Fortunatamente, il 39enne non è riuscito a colpire alcuno della famiglia che, una volta accorti della sua presenza, hanno chiuso tutte le imposte.

In tutto sono 8 i colpi trovati dalla polizia scientifica: due nei battenti di ferro, mentre la porta in alluminio era stata perforata ad altezza d’uomo.

Gli arresti

Su delega della Procura della Repubblica, gli agenti di Polizia hanno tratto in arresto Giuseppe Censabella ed Alessandro Scalia.
Per loro, l’accusa è di “di tentato omicidio aggravato e di detenzione e porto illegale di arma comune da sparo”.

DS

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button