fbpx
CronachePrimo Piano

Disastro aereo in Etiopia, Codacons diffida l’Enac

Il Codacons diffida l’Enac a seguito dello schianto dell’aereo Boeing 737 dell’Ethiopian Airlines, nel quale hanno perso la vita otto cittadini italiani. L’associazione chiede, inoltre, alle autorità italiane un intervento concreto al fine di poter garantire sicurezza nei voli, almeno fino a quando non saranno accertate le cause dell’incidente aereo.

«Considerato il precedente incidente del tutto analogo avvenuto in Indonesia e le notizie circolanti circa la mancanza di formazione dei piloti sul software che corregge le operazioni di volo, devono essere adottati immediati provvedimenti a tutela della sicurezza del trasporto aereo – affermano Francesco Tanasi e Carlo Rienzi Presidente Nazionale Codacons – Per tale motivo presentiamo oggi una diffida urgente ad Enac in cui si chiede di bloccare in modo categorico tutti i decolli dei BOEING 737 MAX dagli scali italiani e di avviare verifiche urgenti circa la formazione dei piloti, con particolare riferimento alla compagnia Air Italy che avrebbe già nella propria flotta il modello di velivolo protagonista dell’incidente, e ne avrebbe ordinati un totale di 20».

«Il Codacons invia dunque una formale diffida all’Enac in cui si chiede da un lato di sospendere i decolli dagli scali italiani dei BOEING 737 MAX operati da tutte le compagnie aeree nei casi in cui non vi sia stata adeguata formazione del personale circa i software di bordo, dall’altro di fornire all’associazione gli atti relativi alla preparazione dei piloti in Italia sulla strumentazione di bordo del velivolo. Ciò allo scopo esclusivo di garantire la sicurezza aerea e tutelare i viaggiatori italiani», conclude la nota.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.