fbpx
CronacheNewsNews in evidenza

Claudio Fava: non è cambiato tanto dalla morte di mio padre

“Se dopo 33 anni il più grande editore del mezzogiorno, Ciancio, è ancora in attesa di giudizio per un’accusa grave per concorso esterno per associazione mafiosa, se al consiglio comunale entrano personaggi estranei senza che ci sia una capacità di intervento anche in autotutela beh questi sono tutti segnali imbarazzanti e preoccupanti che non ti permettono di dire è cambiato tanto”

Risponde così Claudio Fava alla domanda “cosa è cambiato dalla morte di tuo padre?”.

Fava è intervenuto oggi per il 33esimo anniversario di Giuseppe Fava (articolo Una giornata per ricordare Giuseppe Fava).

Oggi infatti a Catania si terrà una giornata caratterizzata da mille passi di riflessione sulla libertà e sulla speranza.

Alle 15,30, da Piazza Roma, inizierà il corteo silenzioso verso via Fava. Parteciperanno le associazione I SICILIANI giovani, Gapa, Fondazione Fava, Anpi, Arci Catania, Assoc.Giambattista Scidà, Azione Civile, Catania Bene Comune,  CGIL Catania, Città Felice, Città Insieme, Comitato per il No, Comitato Addiopizzo, Comitato Cittadini Attivi San Berillo, Comitato Porto del Sole, Coord.Democrazia Costituzionale, Gammazita, Officina Rebelde, PCI federazione di Catania, PRC Catania, Sinistra Italiana, UDI di Catania, U Liotru

Seguirà, alle 17,00, il concerto dell’orchestra infantile Musicainsieme a Librino davanti la lapide.

Infine al teatro Verga si terrà, dalle 19,00,  il dibattito “La città (im)possibile”: Adriana Laudani intervista Attilio Bolzoni, Claudio Fava, MIki Gambino, Giovanni Tizian. A quest’ultimo sarà consegnato il Premio giornalistico Giuseppe Fava.

Ritornando all’intervento mattutino di Claudio Fava va detto che il giornalista siciliano se ha attaccato politica e stampa, Ciancio in primis, ha detto di essere fiducioso nei confronti della Procura della Repubblica odierna, ben diversa, a suo avviso, dalla Procura che c’era ai tempi del padre.

Infine Fava ha ricordato il giornale “I Siciliani” e ha parlato bene dei tanti giornali online e delle piccole emittenti che raccontano la realtà.

 

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button