fbpx
NewsPolitica

Classe politica costosa e servizi ridotti al minimo

Ad Aci Castello, in provincia di Catania, i costi per mantenere in piedi l’apparato politico sono altissimi se paragonati agli altri oneri. Un Comune al limite del dissesto finanziario, con i servizi ridotti al minimo indispensabile. Ormai anche le associazione sportive devono pagare per l’utilizzo degli impianti comunali.

Nei bilanci 2012 e 2013 a pesare sulle casse comunali ben 708.000 € solo per gli stipendi dei politici: Sindaco, Assessori e Consiglieri Comunali.

Tempi duri per i cittadini ma non per i politici locali.

Solo la Giunta Municipale, Sindaco e 4 Assessori, costano ai cittadini quasi 170.000 € l’anno.

I Consiglieri Comunali, tra commissioni e consiglio, costano ben 188.000 € l’anno, mentre

Presidente del Consiglio costa quasi 12.000 € l’anno.

A questi soldi che intascano i politici locali si devono aggiungere altre spese, che pagano sempre i cittadini, si aggirano intorno ai 25.000 € l’anno per l’imposta IRAP e 2.500 € l’anno per i rimborsi da dare ai datori di lavoro.

Mentre i costi per gli stipendi di Sindaco, Assessori e Presidente del Consiglio restano sempre invariati, al contrario, i rimborsi per i Consiglieri Comunali mutano in base ai gettoni di presenza dagli stessi percepiti, quindi in base alle presenze dei Consiglieri, che nonostante il recente caso “gettonopoli” (LEGGI L’ARTICOLO) balzato agli onori della cronaca negli ultimi anni, il fenomeno delle Commissioni “inutili” non sembra essersi placato.

La domanda sorge spontanea, che senso ha mantenere in piedi un apparato politico costoso a fronte di un servizio ridotto al minimo indispensabile?

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.