fbpx
BenessereLifeStyleNews in evidenza

Cioccolato antidepressivo, salva vita, e non solo

Il cioccolato è da sempre considerato un alimento divino e pieno di nutrimento, e se è pur vero che bisogna mangiarlo con le dovute cautele per evirare di ingrassare, nelle giuste dosi aumenta il buon umore e combatte addirittura la depressione!

Considerando che quasi tutti amano il cioccolato, dividendosi tra quello al latte, quello fondente e quello extra, è bene sapere che fra tutti il cioccolato fondente è quello che hai più pregi, apportando effetti positivi e benefici al nostro organismo su più fronti: al sistema cardiovascolare, all’umore e al palato, addirittura, secondo studi scientifici, sembra dimostrato che sia in grado di allungare la vita.
L’ingrediente cardine del cioccolato è il cacao: più cacao c’è, maggiori saranno le proprietà del prodotto finale, quindi,quando si sceglie questo alimento, bisognerebbe preferire un cioccolato con almeno il 70% di cacao. Ma fate attenzione, di fatto il cioccolato contiene tante altre sostanze che non sono altrettanto benefiche, soprattutto grassi e zuccheri.
Il cioccolato è un antidepressivo naturale poiché contiene serotonina (ormone prodotto dal cervello che determina il buonumore) e svolge sul sistema nervoso un’azione eccitante ed antidepressiva. Quando la produzione di serotonina non è sufficiente si rischia la depressione, il cioccolato non sarà un sostitutivo delle terapie farmacologiche per patologie serie, ma di certo può essere d’aiuto svolgedo un’azione antidepressiva naturale.
Il cioccolato fondente fa bene al sistema cardiovascolare, a dirlo anche scientificamente è stato un gruppo di studiosi dell’Università della California di San Francisco. Il cioccolato in questione, quello fondente, è ricco di flavonoidi e, in particolare, di epicatechina, una sostanza che agisce sulle fibre muscolari del cuore consentendo alle arterie di mantenersi flessibili e dilatate, e al cuore di proteggersi da eventi pericolosi come l’infarto. Infatti è noto già da alcuni anni come il cioccolato abbia un effetto cardio-protettivo grazie al suo contenuto in flavonoidi, sostanze contenute anche nel vino rosso e nel tè verde, dotate di un elevato potere antiossidante, capaci di impedire l’ossidazione del colesterolo cattivo (LDL) da parte dei radicali liberi. I flavonoidi, inoltre, impediscono che le piastrine formino dei coaguli responsabili della formazione dei trombi, svolgendo quindi un’azione simile a quella dell’aspirina, ecco perché è un elisir di lunga vita!
Il cioccolato fondente allunga la vita, anche per questo aspetto è stato condotto uno studio apposito da ricercatori olandesi e pubblicato sugli Archives of Internal Medicine evidenziando che, in un campione di 470 uomini di età compresa tra i 65 e gli 84 anni e tenuti sotto osservazione per 15 anni, quelli che consumavano un certo quantitativo di cacao avevano un tasso di mortalità inferiore. Mentre le persone che assumevano regolarmente cacao avevano valori più bassi di pressione arteriosa e di conseguenza una minore esposizione ad eventi cardiovascolari quali infarto e ictus. Anche questa ricerca ha concluso che la protezione cardiovascolare dovuta al cacao, e quindi al cioccolato fondente, sarebbe dovuta all’elevato contenuto di antiossidanti, in particolare flavonoidi.  Eppure secondo altri studi, il cioccolato perderebbe tutte le proprietà antiossidanti quando è associato al latte, quest’ultimo catturando le epicatechine (ovvero i suddetti flavonoidi) ne impedisce l’assorbimento nell’intestino,  riducendo gli effetti cardioprotettivi del cacao.

Controindicazioni del cioccolato fondente: il cioccolato fondente, nonostante tutte le proprietà, non è un alimento adatto a chi soffre di gastrite, reflusso gastroesofageo, ulcere e sindrome del colon irritabile, emicranie ( avendo un effetto vasodilatatore). Anche i soggetti con calcoli ai reni non dovrebbero mangiarlo: l’acido ossalico presente nel cioccolato forma insieme al calcio dei sali insolubili che si depositano principalmente a livello renale
Il cioccolato, anche quello fondente, è piuttosto calorico, non bisogna quindi abusarne: ricordate che 100g di cioccolato fondente apportano 515Kcal!
Il consiglio è quello di cedere ogni tanto alla tentazione, ed eventualmente, di sostituire uno spuntino con 2-3 quadratini di cioccolato fondente. Una buona notizia o meglio un falso mito da sfatare: non è mai stata dimostrata scientificamente, la correlazione tra consumo di cioccolato e acne.

Curiosità: i moderni centri benessere hanno programmato una serie di trattamenti a base di cacao, perfetto per il benessere fisico e psichico, oltre a rilassare regalano buon umore grazie alla teombrina, la sostanza che permette di rilassare e far dimenticare i problemi. Esistono vari trattamenti a base di cioccolato come bagni aroma terapici, scrub per il viso e massaggi. Il cioccolato ha altre proprietà come quelle tonificanti e idratanti, se usata spesso migliora tutta la pelle del corpo rendendola morbida e setosa.

 

 

 

Tags
Mostra di più

Giada Condorelli

Un incrocio di razze, culture e religioni, fa di me una curiosa cronica. Padre siculo normanno, da Lui eredito creatività ed amore per l'arte in tutte le sue forme. Madre libica di origine armena, da Lei eredito la forza di volontà ed il valore dell'arricchimento reciproco. Una Laurea in Politica e Relazioni Internazionali, un matrimonio d'amore, un Blog e infiniti sogni. Del multitasking ho fatto una filosofia di vita. Appassionata di moda senza esserne schiava, beauty addicted, amante del healthy food, per necessità, con mise en place chic! Foto e lifestyle sono parte integrante delle mie giornate...Pinterest ed Instagram la mia ossessione. Riesco a trovare la bellezza in ciò che vedo e la positività in ciò che accade. "L'eleganza è la sola bellezza che non sfiorisce mai" ( Audrey Hepburn )

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.