fbpx
EconomiaPrimo Piano

La Cina post Covid-19: riparte l’economia

Buone notizie: la Cina riparte e guiderà la ripresa.

Con la stabilizzazione dell’epidemia di Coronavirus in Cina, le fabbriche e le aziende si stanno riprendendo dopo la chiusura durata settimane.

La velocità e la piena ripresa dell’attività in Cina avrà enormi implicazioni per uno dei principali motori della crescita economica mondiale.

Le severe misure di controllo attuate a febbraio hanno bloccato molte delle più grandi città cinesi e hanno portato a un crollo improvviso dell’attività e della domanda.

L’economia in Cina sta ripartendo

L’azione, sembra aver funzionato.

Secondo l’ultima rilevazione trimestrale dell’indicatore di sentiment di Fidelity, la Cina oggi sembra trovarsi in una posizione migliore per riprendersi dalla crisi economica causata dalla pandemia globale.

Dunque, la situazione si attesta migliore rispetto a molti paesi occidentali che stanno iniziando adesso ad affrontare i problemi derivanti dalla pandemia.

Infatti, i mercati si stanno posizionando per il rimbalzo, basta notare come l’indice composito di Shanghai è salito dell’1,5% da fine febbraio al 12 marzo, mentre l’S&P 500 è sceso del 16% nello stesso periodo.

L’economia è in svolta.
Gli investitori sembrano essere stati rassicurati dalla risposta delle autorità cinesi alle perturbazioni economiche causate dall’epidemia del mese scorso.

Le misure in tal senso si muovono insieme a quelle dei governi provinciali che hanno annunciato progetti infrastrutturali per oltre 3.000 miliardi di renminbi (430 miliardi di dollari) in nuove spese per quest’anno.

A differenza dei numeri che si vedono in molti Paesi occidentali, in particolare in Europa e negli Stati Uniti, in Cina i nuovi casi di Coronavirus registrati giornalmente si stanno ormai riducendo al minimo.

Un bilancio dell’inversione di tendenza viene confermato anche dal consumo di carbone del Paese, che ha superato le 500.000 tonnellate al giorno, con una chiara tendenza al rialzo.

Inoltre, i trasporti e la logistica si sono notevolmente ripresi in tutta la Cina con la riapertura di aziende e fabbriche e il ritorno al lavoro delle persone.

Le vendite di immobili, che hanno subito un duro colpo all’inizio dell’epidemia, hanno registrato una ripresa nelle città di tutti i livelli da metà febbraio.

I consumi privati, invece, rimangono deboli e ben al di sotto dei livelli precedenti l’epidemia.

Le precauzioni rimangono nonostante il senso di crisi sia diminuito.

Si evidenzia, in aggiunta, come la vita quotidiana non sembra essere tornata alla totale normalità e ci si aspetta, pertanto, che il comportamento dei consumatori rimarrà debole ancora per un certo periodo di tempo.

Tuttavia, anche se non è ancora un ritorno alla normalità, la Cina sembra in ripresa, mentre le altre principali economie non hanno ancora visto il peggio.

 

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker