fbpx
GiudiziariaMafiaMultimediaNewsNews in evidenza

Ciancio, concorso esterno: prima udienza preliminare – Il legale dell’editore: “Nessuna somma di denaro contante”

Catania. Nella mattina di oggi si è tenuta, dinnanzi al Gup Gaetana Bernabò Di Stefano, la prima udienza preliminare nei confronti di Mario Ciancio. Il potente imprenditore ed editore catanese è accusato di concorso esterno in associazione mafiosa, per aver “da numerosi anni, apportato un contributo causale a cosa nostra catanese”, come recita un comunicato diffuso ieri dalla Procura della Repubblica. Ciancio – assente all’udienza – è assistito dai legali Carmelo Peluso e Francesco Colotti (il secondo è sostituto di Giulia Bongiorno). L’accusa è invece rappresentata dai Pm Antonino Fanara e Agata Santonocito.

Nel corso dell’udienza, tre soggetti hanno avanzato richiesta di costituzione di parte civile: i familiari del commissario di Polizia Beppe Montana, l’Ordine dei Giornalisti di Sicilia e l’associazione Sos Imprese. L’accusa ha “sostenuto” le richieste delle parti civili, mentre la difesa non ha espresso osservazioni in merito. Il Gup Bernabò Di Stefano ha infine rinviato la decisione sull’ammissione delle parti civili al 14 ottobre 2015, quando si terrà la seconda udienza. Nell’intervista video Dario Pastore, legale dell’Odg Sicilia, espone a L’Urlo le sue impressioni sull’udienza e sull’intera vicenda.

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker