Cronache

Dusty, la Chiave della Bellezza come valore pedagogico

Oltre ai residenti di San Nullo e Trappeto, erano moltissimi i bambini che hanno assistito alla consegna della prima Chiave della Bellezza del 2019. Grazie alla sinergia tra la 4° Municipalità “protagonista” di questa Chiave e l’associazione onlus Punto Luce di Catania| Save the Children Italia impegnata da anni nella salvaguardia dei diritti e dell’educazione dei minori, coinvolta dal pres. della Circoscrizione Erio Buceti.

La Chiave della Bellezza dunque, non più solo rigenerazione urbana, ma anche educazione ambientale e presenza sul territorio.

«La presenza di tutti questi bambini – ha detto l’amministratore unico Dusty Rossella Pezzino de Geronimo – è un segnale importante per Catania: sono il futuro, a loro va spiegata l’importanza di fare la raccolta differenziata perché è un bene di tutti!La nostra mission è questa: fino alla fine dell’appalto proseguiremo nel percorso di bonifica dei quartieri: continueremo a produrre dei risultati».

Il punto di snodo tra le Vie Sebastiano Catania e Via San Giacomo era tutto colorato di rosso: il colore delle magliette indossate dai bambini accorsi per l’occasione, che con i dizionari dei rifiuti in mano, ascoltavano le parole del sindaco di Catania, presente alla consegna.

«La Chiave della Bellezza assume anche una valenza pedagogica: come Amministrazione comunale – ha detto Salvo Pogliese – confidiamo sui bambini affinché capiscano l’importanza della raccolta differenziata; rispettare le regole rappresenta una strada obbligata che tutti dobbiamo perseguire, non solo per la tutela dell’ambiente che di per sé è sufficiente per attuarla, ma anche per le spese economiche di tutti i cittadini».

Fare la differenziata si traduce infatti, in una riduzione delle tasse comunali e quindi dei cittadini. La voce “rifiuti” incide moltissimo sulle spese del Comune di Catania che continua a sostenere costi elevatissimi.

«Il Comune spende oltre 1 mln e mezzo al mese per le discariche: costi che si possono ridurre solo con l’aiuto dei catanesi nel fare correttamente la differenziata che – ha detto l’ass.re all’Ambiente Fabio Cantarella – sta lievemente aumentando, ma la collaborazione dev’essere di tutti i catanesi».

«Educazione ambientale, bonifiche straordinarie, campagne di sensibilizzazione sulla differenziata, rispetto dell’ambiente: Dusty sta facendo tutto questo in maniera eccellente, le premesse perché nel tempo cresca la convinzione sull’importanza della differenziata, oggi ci sono tutte», parole chiare del presidente della 4° Municipalità, Erio Buceti.

Coro unanime dunque, sulla validità delle operazioni di bonifica effettuate in questi mesi dalla Dusty che però vanno supportate dai residenti affinché la pulizia rimanga anche nelle settimane successive e non resti solo, un momento unico a sé stante.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.