fbpx
MafiaNewsPolitica

Ecco chi rappresenterà la Sicilia per le elezioni del Presidente della Repubblica

Saranno i nostri rappresentanti durante l’elezione del Presidente della Repubblica, coloro i quali porteranno (o almeno dovrebbero) la voce dei cittadini alla seduta comune delle due Camere.

Per la Sicilia, il 20 gennaio scorso, sono stati eletti il Presidente della Regione, Rosario Crocetta, il presidente dell’Ars, Giovanni Ardizzone, e il deputato Marco Falcone, di Forza Italia.

E seppur è vero che, per garantire tutte le minoranze, almeno uno dei rappresentanti è dell’opposizione, sembra strano che non sia stato eletto uno del Movimento 5 Stelle. Ricordiamo, infatti, che con non poca sorpresa, durante le ultime elezioni fu il primo partito votato in Sicilia. Si pensi che in tutta Italia è stato eletto un solo esponente del M5S, nel Lazio.

Di fatto, a scegliere il prossimo Capo di Stato saranno i rappresentanti delle grandi forze politiche, interessate già nel Patto del Nazareno.

Ma ricordiamo chi sono i nostri rappresentanti.

ROSARIO CROCETTA: Presidente della Regione, eletto in quota Megafono (la sua lista) ed estremamente vicino al Pd, tanto da accettare un assessore all’economia “imposto” da Roma per risollevare le sorti della Sicilia. Ex sindaco di Gela ed ex parlamentare europeo, dati i suoi trascorsi, ha come primo obiettivo l’antimafia. Si reca molto spesso in Procura per presentare querele ed esposti e con la stessa frequenza associa il termine mafioso o insinua dubbi sull’onestà di chi gli si oppone . Ricordiamo il caso degli esponenti No Muos, anche se in quel caso il giudice archiviò il caso, e la querela di Musumeci perchè il governatore aveva insinuato durante un comizio che avesse fatto degli accordi sottobanco sui termovalorizzatori.

GIOVANNI ARDIZZONE: presidente della Assemblea regionale siciliana. E’ stato eletto con l’Udc. In qualità di deputato, nella scorsa legislatura, è finito sotto inchiesta per le spese pazze della regione, con l’accusa di peculato.

MARCO FALCONE: attuale deputato Forza Italia, è uno dei quattro a non essere indagato nell’inchiesta sulle spese improprie. Ex sindaco del comune di Mirabella Imbaccari, è stato anche assessore alle Politiche del Territorio, Funzioni Metropolitane, Avvocatura, Protezione Civile della Provincia di Catania con Alleanza Nazionale.

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker