fbpx
PoliticaPrimo Piano

Che ridere, a sinistra se le danno di santa ragione!

Ecco i nomi di chi ha distrutto l'estrema sinistra catanese

Hanno perso, anzi straperso, non sono riusciti nemmeno a presentare una lista per le elezioni comunali e adesso i vari capoccia della sinistra catanese, o meglio, dell’estrema sinistra catanese, quella dura e pura, se le danno di santa ragione sui social.

Ad aprire le danze, qualche giorno fa, è stato l’avvocato Goffredo D’Antona, ex candidato di Potere al Popolo, uno che le cose non le manda a dire. In un post su facebook ha definito “masturbatori mentali” e “parolai” i vari capetti che abitano l’isolotto dell’estrema sinistra. L’accusa, nemmeno tanto velata, è rivolta ai protagonisti della mancata presentazione della lista elettorale. Personaggi ritenuti unanimemente responsabili dell’irrilevanza della “cosetta rossa”, che poi altro non è che una piccola enclave di nostalgici benestanti alla ricerca di un senso alla propria esistenza. Chi sono questi fautori del fallimento rosso? Tutti conoscono i loro nomi ma nessuno osa farli. Ma oggi, a commento dell’ennesimo post di D’Antona contro i “segaioli mentali” della sinistra, a fare un nome è stato Carlo Barchitta.

E dunque, eccolo il principale guastatore dell’estrema sinistra: Mimmo Cosentino, segretario di Rifondazione Comunista (partito ormai composto esclusivamente da egli stesso) di cui anche su L’Urlo abbiamo parlato in alcuni articoli recenti. Altri due sono gli indiziati principali del “nanismo politico” della sinistra: Alessio Grancagnolo e Matteo Iannitti, da qualcuno definiti due “nani politici” (e non solo!). A fare divampare il dibattito sulla bacheca di D’Antona riecco Giancarlo Consoli detto l’Attila della politica poiché dove passa lui non cresce più l’erba. Ormai ottantenne o giù di lì, Consoli ha provato anche a distruggere il M5S in passato e adesso ci riprova con l’estrema sinistra. Dopo aver dato dell’idiota a Carlo Barchitta, Consoli ha annunciato il suo ritiro dalle assemblee politiche di estrema sinistra. Inutile dire che tutti hanno esultato intimamente difronte a tale annuncio.

Ma Barchitta ha risposto per le rime: “L’idiota è colui che vedi allo specchio la mattina quando ti lavi i denti. Ti comprendo soltanto perché il tuo è il delirio di un anziano”.

Insomma, le premesse per rifondare la sinistra ci sono tutte: Cosentino, Consoli, Grancagnolo, Iannitti. Manca solo Pierfrancesco De Dominici. A proposito, ma che fine ha fatto?

Tags
Mostra di più

Debora Borgese

Non ricordo un solo giorno della mia vita senza un microfono in mano. Nata in una famiglia di musicisti da generazioni, non potevo non essere anche io cantante e musicista. Ma si registrano nomi di rilievo anche tra giornalisti e critici letterari, quindi la penna è sempre in mano insieme al microfono. Speaker radiofonica per casualità, muovo i primi passi a Radio Fantastica (G.ppo RMB), fondo insieme a un gruppo di nerd Radio Velvet, la prima web radio pirata di Catania e inizio a scrivere per Lavika Web Magazine. Transito a Radio Zammù, la radio dell'Università di Catania, e si infittiscono le collaborazioni con altre testate giornalistiche tra le quali Viola Post e MuziKult. Mi occupo prevalentemente di politica, inchieste, arte, musica, cultura e spettacolo, politiche sociali e sanitarie, cronaca. Diplomata al Liceo Artistico in Catalogazione dei Beni Culturali e Ambientali - Rilievo e restauro architettonico, pittorico e scultoreo, sono anche gestore eventi e manifestazioni, attività fieristiche e congressuali. Social media manager e influencer a detta di Klout. Qualche premio l'ho vinto anche io. Nel 2012, WILLIAM SHARP CONTEST “Our land: problems and possibilities, young people’s voices” presentando lo slip stream “I go home. Tomorrow!” Nel 2014, PREMIO DI GIORNALISMO ENRICO ESCHER: mi classifico al 2° posto con menzione speciale per il servizio sulla tecnica di cura oncologica protonterapica e centro di Protonterapia a Catania. Nel 2016, vince il premio per il miglior programma radiofonico universitario 2015 "Terremoto il giorno prima. Pillole di informazione sismica" al quale ho dato il mio contributo con il servizio sul terremoto in Irpinia. Ho presentato un numero indefinito di eventi musicali, tra i quali SONICA di Musica e Suoni, e condotto dirette radiofoniche sottopalco per diverse manifestazioni musicali come il Lennon Festival, moda e concorsi di bellezza. Ho presentato diversi libri di narrativa e politica, anche alla Camera dei Deputati. Ho redatto atti parlamentari alla Camera, Senato, Assemblea Regionale Siciliana e mozioni al Comune di Catania. Vivo per la musica. Adoro leggere. Scrivo per soddisfare un bisogno vitale. La citazione che sintetizza il mio approccio alla vita? Dai "Quaderni di Serafino Gubbio operatore" di L. Pirandello: "Studio la gente nelle sue più ordinarie occupazioni, se mi riesca di scoprire negli altri quello che manca a me per ogni cosa ch'io faccia: la certezza che capiscano ciò che fanno".

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker