fbpx
CronachePrimo Piano

Il buongiorno dell’Etna: cenere dal Nuovo Cratere Sud-Est

L’Etna risveglia Catania con un aumento dell’attività stromboliana proveniente dal “cono della sella” del Nuovo Cratere di Sud- Est.

Il fenomeno, secondo quanto comunicato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, è iniziato poco dopo le due di notte di oggi, venerdì 22 maggio, per cessare pian piano in queste ore.  L’attività esplosiva ha prodotto una nube di cenere vulcanica che raggiunge i 4500 m di altezza ed è dispersa in direzione SW.

Permane l’attività esplosiva al cratere Voragine con periodica emissione di cenere che si disperde rapidamente in prossimità dell’area sommitale. L’ampiezza del tremore vulcanico, rispetto a ieri, è aumentato, con ampie oscillazioni intorno a valori medi e alti. Attualmente, i valori di ampiezza sono alti e la sorgente del tremore continua ad essere localizzata in prossimità del Nuovo Cratere di SE.

L’attività infrasonica ha mostrato un moderato incremento e le sorgenti sono principalmente localizzate in corrispondenza del Nuovo Cratere di SE. Le deformazioni del suolo non evidenziano variazioni significative.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker