fbpx
CronacheNewsNews in evidenza

ZTL Acireale, Catanoso scende in campo per chiedere a Barbagallo di fare qualche passo indietro – Barbagallo risponde

Con una lettera aperta indirizzata al sindaco di Acireale Roberto Barbagallo e per conoscenza alle testate giornalistiche scende in campo sulla zona a traffico limitato il deputato nazionale acese di Forza Italia Basilio Catanoso.

Missiva elegante in cui però si chiede al primo cittadino di Acireale di compiere qualche passo indietro sul provvedimento che ha reso operativa la Ztl ad Acireale ormai dal primo luglio e che è stata al centro di numerose polemiche.

Da tempo si invocava la presa di posizione da parte della deputazione nazionale e regionale acese. A chiederla a gran voce chi vuole che la zona a traffico limitata venga se non rimossa per lo meno modificata da come è stata istituita dal sindaco Barbagallo.

Se manca ancora all’appello la cittadina del movimento 5 stelle eletta all’Ars Angela Foti oggi Catanoso lancia l’invito a Barbagallo a rividere la zona a traffico limitato.

“Sempre bella l’idea – scrie il deputato di Forza Italia – della chiusura di alcune strade della Città al traffico automobilistico, pur se non condivido in toto l’individuazione ad oggi operata per le aree, servite dai servizi di trasporto pubblico ma la stessa, in attesa dell’ampliamento del numero dei posti di parcheggio nel centro storico e di un programma stabile di intrattenimenti attrattivi e interessanti, rischia, come avrà avuto modo di rendersi conto, di creare seri problemi ad alcune categorie di cittadini e all’intero “sistema città”.

“Ed allora, perché non pensare ad un reale confronto tra tutti coloro che in Città hanno voglia di raggiungere una soluzione definitiva che soddisfi le esigenze di Acireale?

Perché non pensare ad una modifica dell’orario di chiusura del traffico nelle strade da Lei individuate in Ztl a partire dalle 19 o 19,30?

Perché non pensare ad un servizio di bike sharing, oggi comune a molti centri turistici?

Perché non pensare nelle aree chiuse al traffico all’inserimento di un nuovo arredo urbano (vasi per i fiori, poco impattanti cestini per rifiuti etc), ed altre soluzioni per rendere gradevole il trascorrere di qualche ora nel centro della nostra Città?

Queste poche idee, che certamente sarebbero migliorate e alle quali se ne aggiungerebbero delle altre qualora si aprisse un vero dibattito costruttivo, potrebbero rendere un servizio alla nostra Città creando un clima più apprezzabile e vivibile.

Credo che sarebbe utile, ad Acireale e ai nostri concittadini, un cambio di approccio da parte di tutti, una ritrovata volontà di avviare un percorso di dialogo e di collaborazione su specifici temi di interesse per la Città.

Tutto ciò fatto salvo i diversi convincimenti e la determinazione ad arrivare ad obiettivi differenti, nel rispetto del ruolo di governo e di opposizione e dei distinti programmi sulla gestione della nostra Città.”

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button