fbpx
Primo PianoSport

Catania Viterbese. Solo Lodi su rigore -FOTO

Al Massimino partita equilibrata e condizionata dal gran caldo. Un fallo di mano è fatale per i laziali. Fischiato Curiale.

Non granché il gioco espresso dalle due squadre al Massimino in Catania Viterbese. Complice un caldo, quasi asfissiante sul terreno di gioco, entrambe le formazioni hanno giocato sotto ritmo. I rossazzurri avevano anche la pressione di dover tornare a vincere a tutti i costi dopo la sconfitta rimediata lo scorso turno contro il Potenza.

Catania Viterbese: i rossazzurri tornano alla vittoria

I ragazzi di Camplone con Bucolo e Marchese non convocati, a detta dell’allenatore nel post partita “per motivi disciplinari“ non disputano un gran primo tempo. In attacco torna Di Piazza, ma le palle verso l’attaccante etneo sono puntualmente contrate dai laziali. Tranne una. Al sei minuti dal termine del primo tempo l’attaccante eteno scaglia un tiro da fuori area ma il pallone si stampa sulla traversa. Per il resto Lopez blocca tutte le strade ai rossazzurri, ma non riesce a fare innescare ai suoi un efficace contropiede. Il Catania è pressappoco quello visto sia contro la Virtus Francavilla che contro il Potenza. Tanta voglia di fare in attacco ma sono poche le geometrie efficaci prodotte dai rossazzurri che non scardinano il muro difensivo eretto da Lopez. L’Urlo

Decisivo il rigore di Lodi

Il secondo tempo inizia così come era terminata la prima frazione di gioco: rossazzurri con maggiore convinzione in attacco. Al 50° un fallo di mano dubbio in area di rigore. L’arbitro Vigile di Cosenza valuta il movimento del giocatore laziale non congruo alla postura ed assegna il penalty. Lodi, come al solito, non sbaglia e sigla la rete scaccia crisi. I laziali non hanno la forza per reagire in modo convincente al gol del Catania e la partita pertanto si conclude senza grossi sussulti. Ancora strascichi della partita di Potenza nel finale, quando Curiale mentre entra in campo per sostituire Di Piazza, viene sonoramente fischiato dall’intero pubblico presente al Massimino. Questa è l’ultima nota sull’incontro odierno che per la prima volta in campionato ha visto la difesa etnea uscire indenne.

Una curiosa nota statistica di questo inizio di campionato è che dentro casa il Catania ha vinto grazie a due penalty. Il primo è stato contro la Virtus Francavilla. In quella occasione portò al pari momentaneo prima della rete decisiva di Sarno.

CATANIA (4-3-3): Furlan; Calapai, Mbende, Silvestri, Pinto; Welbeck, Lodi (38’st Rizzo), Llama (32’st Distefano); Di Molfetta, Di Piazza (38’st Curiale), Mazzarani (20’st Dall’Oglio).
A disp. di Camplone: Martinez, Esposito, Biondi, Noce, Fornito.

VITERBESE (3-5-2): Vitali; De Giorgi, Atanasov, Markic; Bezziccheri (1’st Urso), Besea (33’st Svidercoschi), De Falco (14’pt Milillo), Antezza, Errico; Pacilli (26’st Molinaro), Tounkara (1’st Volpe).
A disp. di Lopez: Biggeri, Maraolo, Bianchi, Ricci, Volpe.

Migliore in campo Catania: Llama. Prova muscolare la sua. Ha corso per tutto il tempo fino alla sua sostituzione, proteggendo bene il pallone e dando sicurezza ad un intero reparto.

 

Mostra di più

Salvatore Giuffrida

Classe 70. Giornalista per passione ma nella vita passata chimico e topo di laboratorio. Un buon vino ed un piatto tipico sono sempre ben accetti. Per gli animali un amore sconfinato.

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.