fbpx
Sport

Catania-Trapani, calciatori “emozionati”: si scatena la “liscìa” etnea

Sul web rimbalzano le parole dell'allenatore. Per fortuna, resta l'ironia dei tifosi

“Amarezza e delusione”. Sui sentimenti che la sconfitta in casa, contro i cugini trapanesi, ha generato nei tifosi e nell’allenatore del Calcio Catania nessuno ha dubbi. Ma c’è di più. La partita di ieri allo Stadio Massimino non è soltanto la cronaca di un terribile ko. È, soprattutto, l’inizio di un tam-tam che vede protagonista direttamente l’allenatore del Catania: Cristiano Lucarelli. Commenti e interventi, quelli che stanno girando sul web, degni di Lercio. E non poteva che rilanciare la questione con ironia il sito La liscìa catanese.

Infatti ieri, nel dopo partita di Catania-Trapani terminata con 1-2 a favore degli ospiti, che Lucarelli fa dichiarazioni singolari ai microfoni dei cronisti. Fa mea culpa, riconosce gli errori della squadra e un pizzico di sfortuna, ma poi dice: “La cornice di pubblico ci ha forse emozionato troppo”. Sì, perché ieri erano circa 19mila i tifosi allo stadio Massimino. Un dato che è sempre stato punto di forza per la squadra rossazzurra, anche in serie A. Ma non ieri.

Così, a chi si scaglia duramente contro la squadra, c’è chi sceglie di riderci su. Sorrisi amari, di certo. “La nonna di Lucarelli ha troppi invitati a pranzo: perde la serenità, si abbarua e il pranzo è da dimenticare” scrive la pagina ironicamente. E in tanti commentano. Si legge: “Ma è Casini l’allenatore del Catania?”, “Ca nanna in panchina erunu tri punti sicuru“, “Era dai tempi di ‘A volte un pareggio è meglio di una vittoria’ che non sentivo una fesseria del genere”.

Adesso il Catania si ritrova terzo. Persa ogni speranza di promozione? Lucarelli non getta la spugna. “Mancano due partite, sarà di certo più difficile ma ci dobbiamo provare”. E alla fine, comunque vada, non ci resta che ridere.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker