fbpx
NewsSport

Catania-Siracusa 3-1. I rossazzurri rialzano la testa, a Caserta spareggio play-off. Ecco tutte le combinazioni utili per la qualificazione

TABELLINO DELLA GARA

CATANIA-SIRACUSA 3-1

MARCATORI: 14′ Mazzarani, 46′ Di Grazia, 51′ Gil, 78′ Scardina

CATANIA (3-5-2) 12 Pisseri; 6 Gil (dal 56′ De Rossi), 16 Marchese, 20 Djordjevic; 28 Parisi, 4 Bucolo, 5 Scoppa, 32 Mazzarani; 33 Manneh (dal 76′ Baldanzeddu); 9 Pozzebon (dal 91′ Barisic), 23 Di Grazia. A disp. 22 Spataro, 15 Mbodj, 7 Maccioni, 8 Rizzo, 18 Di Stefano, 10 Russotto, 35 Tavares. All. Pulvirenti.

SIRACUSA (4-2-3-1) 1 Santurro; 20 Brumat, 6 Turati, 26 Cossentino, 4 Malerba (dal 46′ Dentice); 23 Palermo, 14 Spinelli (dal 67′ Longoni); 16 De Silvestro, 10 Catania, 19 Valente (dal 57′ Azzi); 11 Scardina. A disp. 22 Gagliardini, 5 Diakite, 13 Sciannamè, 25 Toscano, 8 Giordano, 17 Russo, 15 Dezai, 21 Persano. All. Sottil.

ARBITRO: Balice della sezione A.I.A. di Termoli

AMMONITI: Malerba, Pozzebon, Parisi.

 

 

CRONACA DELLA GARA

Nella giornata in cui i tifosi della Curva Nord decidono di interrompere lo sciopero del tifo e prendere posto nuovamente sui gradoni il Catania torna in maniera convincente al successo, mettendo sotto il lanciatissimo Siracusa.

Difficile capire quanto abbia influito il ritiro imposto a Torre del Grifo questa settimana, ma la squadra vista quest’oggi sembrava davvero lontana parente di quella tristemente “ammirata” negli ultimi mesi.

Migliori in campo gli esterni Di Grazia e Manneh in grado di fare la differenza lungo le corsie laterali. Un ritrovato Mazzarani, alla sua nona rete, firma il vantaggio dei padroni di casa al 14′. Di Grazia scambia con Parisi che serve il numero 32 abile a trafiggere Santurro con un perfetto diagonale.

Al 34′ gli uomini di Pulvirenti potrebbero raddoppiare: fuga di Manneh e cross al centro per Mazzarani ma l’attaccante spreca un rigore in movimento. Nel recupero del primo tempo arriva il raddoppio con Di Grazia che sfrutta un preciso lancio di Pozzebon beffando Santurro sotto le gambe.

Nella ripresa non si spegne il forcing degli etnei, sei giri di lancette e arriva il terzo goal con Gil che mette dentro sugli sviluppi di un calcio piazzato prima di lasciare il campo per infortunio. In contropiede il Catania sfiora il quarto goal.

Nel finale la squadra di Sottil ha un sussulto di orgoglio e trova il goal della bandiera con Scardina su calcio d’angolo.

ANALISI

Rammarico e tanta amarezza i sentimenti predominanti al triplice fischio di Catania-Siracusa. Reduce dallo scoppola di Monopoli, l’ultima di una lunga serie durata due mesi, il Catania versione Dr. Jekyll e Mr Hyde annienta il lanciatissimo Siracusa di Sottil.

A 90 minuti dal termine del campionato crescono i rimpianti in casa rossazzurra per quello che sarebbe potuto essere ma non è stato, a causa di due mesi a dir poco disastrosi. A dir la verità gli uomini di Pulvirenti ancora in corsa per l’obbiettivo stagionale, centrando un risultato positivo a Caserta si garantirebbero l’accesso ai play-off.

Attualmente la quadra rossazzurra al decimo posto a quota 46 punti in compagnia dell’Unicusano Fondi e della F.Andria, in virtù della classifica avulsa sarebbe fuori dalla griglia play-off: 5 punti per laziali e pugliesi, 4 per i siciliani.

La situazione cambia totalmente in caso di arrivo a pari punti con una delle due formazioni, gli etnei infatti forti di una migliore differenza reti generale sarebbero avanti. In caso di vittoria il Catania sarebbe, a quota 49 punti, certo della qualificazione a prescindere dal risultato delle dirette concorrenti.

La trasferta contro la Casertana, nona a quota 48 punti, diventa quindi per il club dell’Elefante un vero e proprio spareggio play-off. Riflettori puntati anche su  Lecce-F.Andria e Fondi-Catanzaro .

Inizia dunque una settimana di passione per la tifoseria etnea e la città intera con la speranza di raggiungere in extremis l’obbiettivo dichiarato di inizio stagione.

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker