GossipLifeStyle

Catania, Sarah Spampinato ed Emmanuele Marullo hanno detto sì

Ecco i dettagli del matrimonio catanese più cool dell'anno

Sono convolati a nozze l’imprenditrice catanese Sarah Spampinato ed Emmanuele Marullo, suo compagno di vita.

Si è svolta al Castello Ursino a cospetto del Comandante dei Vigili Urbani Stefano Sorbino la celebrazione che ha sigillato l’emozionante “sì” della consolidata coppia. Anche per il Comandante era la sua prima volta.

Dettagli e curiosità

Si dice “Sposa bagnata, sposa fortunata”. Ma a prescindere dalla pioggia che ha anticipato l’appuntamento tanto atteso, Sarah sa di esserlo. E anche per questo, non si è fatta attendere molto in tutta la sua bellezza, curata in ogni dettaglio da Orazio Tomarchio per il trucco e da Salvo Filetti per i capelli. Voci indiscrete raccontano che per Sarah i due abbiano mollato un gruppo di modelle milanesi a Catania. Una sposa sobria ed elegante. Ad esaltare la personalità sui generis della sposa, l’abito color cipria e tulle nero con le scarpe di richiamo all’abito firmati entrambi da Prada.

D’altra parte, il signor Pippo Spampinato era deciso a mettersi in auto con quattro ore d’anticipo sull’orario dell’appuntamento per accompagnare la figlia al Castello Ursino. E forse non si sarebbe sbagliato considerati gli “accadimenti esplosivi” che hanno paralizzato il traffico catanese.

Al contrario, i testimoni dello sposo hanno tardato ad arrivare e la cerimonia è iniziata con non poco ritardo.

A consolidare e confermare l’unione degli sposi, i piccoli Andreas e Petra che dalle braccia del suo papà salutava gioiosamente i presenti, regalando attimi di grade tenerezza e commozione.

Palloncini rosa e neri hanno accolto gli sposi al Bonù, leader nella preparazione di cocktail e long drink, dove si è svolto il rinfresco che ha allietato i partecipanti a quello che possiamo definire il matrimonio catanese più cool dell’anno. Gli sposi hanno preferito circondarsi dai parenti e dagli amici più veri e sinceri quindi, chi pensava di trovare nomi di rilievo del jet set etneo, sarà rimasto un po’ deluso.

Tags
Mostra di più

Debora Borgese

Non ricordo un solo giorno della mia vita senza un microfono in mano. Nata in una famiglia di musicisti da generazioni, non potevo non essere anche io cantante e musicista. Ma si registrano nomi di rilievo anche tra giornalisti e critici letterari, quindi la penna è sempre in mano insieme al microfono. Speaker radiofonica per casualità, muovo i primi passi a Radio Fantastica (G.ppo RMB), fondo insieme a un gruppo di nerd Radio Velvet, la prima web radio pirata di Catania e inizio a scrivere per Lavika Web Magazine. Transito a Radio Zammù, la radio dell'Università di Catania, e si infittiscono le collaborazioni con altre testate giornalistiche tra le quali Viola Post e MuziKult. Mi occupo prevalentemente di politica, inchieste, arte, musica, cultura e spettacolo, politiche sociali e sanitarie, cronaca. Diplomata al Liceo Artistico in Catalogazione dei Beni Culturali e Ambientali - Rilievo e restauro architettonico, pittorico e scultoreo, sono anche gestore eventi e manifestazioni, attività fieristiche e congressuali. Social media manager e influencer a detta di Klout. Qualche premio l'ho vinto anche io. Nel 2012, WILLIAM SHARP CONTEST “Our land: problems and possibilities, young people’s voices” presentando lo slip stream “I go home. Tomorrow!” Nel 2014, PREMIO DI GIORNALISMO ENRICO ESCHER: mi classifico al 2° posto con menzione speciale per il servizio sulla tecnica di cura oncologica protonterapica e centro di Protonterapia a Catania. Nel 2016, vince il premio per il miglior programma radiofonico universitario 2015 "Terremoto il giorno prima. Pillole di informazione sismica" al quale ho dato il mio contributo con il servizio sul terremoto in Irpinia. Ho presentato un numero indefinito di eventi musicali, tra i quali SONICA di Musica e Suoni, e condotto dirette radiofoniche sottopalco per diverse manifestazioni musicali come il Lennon Festival, moda e concorsi di bellezza. Ho presentato diversi libri di narrativa e politica, anche alla Camera dei Deputati. Ho redatto atti parlamentari alla Camera, Senato, Assemblea Regionale Siciliana e mozioni al Comune di Catania. Vivo per la musica. Adoro leggere. Scrivo per soddisfare un bisogno vitale. La citazione che sintetizza il mio approccio alla vita? Dai "Quaderni di Serafino Gubbio operatore" di L. Pirandello: "Studio la gente nelle sue più ordinarie occupazioni, se mi riesca di scoprire negli altri quello che manca a me per ogni cosa ch'io faccia: la certezza che capiscano ciò che fanno".

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.