fbpx
Primo PianoSport

Catania Picerno. Tiene il fortino, ma che fatica – FOTO

Il gol di Mazzarani a inizio ripresa è decisivo. Prima dell'incontro a bordo campo Biagianti e Bucolo. Prossimo il reintegro?

Al Catania basta il gol di Mazzarani a inizio ripresa per tenere il fortino del Massimino. La squadra è apparsa, comunque, timorosa e impacciata sul campo.

Catania Picerno: rossazzurri opachi nel primo tempo

Il primo tempo è giocato ad armi pari, con una leggera supremazia territoriale da parte degli ospiti.  Nel Catania male Llama e Rizzo, che sembrano fare a gara per contendersi la palma del peggiore in campo. Lodi ben marcato, ma oramai non è più una novità, non riesce a disegnare passaggi interessanti. Solo l’ingenuità e forse la poca convinzione degli ospiti non ha reso possibile un vantaggio che sembrava del tutto naturale. Durante la prima frazione di gioco, Camplone ha provato a cambiare il suo Catania, sostituendo Llama e un opaco Barisic, che dal campo esce con un sorriso amaro.

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’inizio del secondo tempo è di marca Catania. Curiale e Di Piazza sono i due riferimenti offensivi e l’assedio alla porta del Picerno è evidente. Si arriìva così al gol. Curiale impegna Cavagnaro che non trattiene e Mazzarani, in agguato, spedisce in rete. Qualche minuto dopo è Rossetti che va vicino al raddoppio per il Catania, ma centra la traversa. La partita dei rossazzurri praticamente finisce qui. D’ora in avanti è un assolo del Picerno che si vede annullato pure il gol del pareggio per un fuorigioco. L’Urlo.

Male l’approccio alla gara da parte del Catania, che mostra di dover sistemare qualcosa non solo in difesa, ma anche al centrocampo. Atleticamente i rossazzurri sono apparsi in difficoltà e non in grado di tenere i 90 minuti. Anche l’esperienza, che in questo momento appare non sufficiente, avrebbe aiutato nella gestione della gara. A bordo campo vi erano, prima dell’inizio della partita Bucolo e Biagianti. Forse a breve il loro reintegro nelle fila del Catania?

Risultato: 1-0

CATANIA (4-3-3): Furlan; Calapai, Mbende, Silvestri, Pinto; Rizzo, Lodi, Llama; Barisic, Curiale, Mazzarani.
A disp. di Camplone: Martinez, Coriolano, Noce, Pino, Biondi, Dall’Oglio, Welbeck, Rossetti, Di Piazza, Distefano, Catania.

PICERNO (3-5-2): Cavagnaro; Caidi, Fontana, Bertolo; Melli, Kosovan, Vrdoljak, Pitarresi, Guerra; Sparacello, Nappello. A disp. di Giacomarro: Fusco, Lorenzini, Priola, Fiumara, Langone, Sambou, Ruggieri, Calabrese.

Rete: Mazzarani al 47°

Migliore in campo: Calapai. Sempre precisi i suoi interventi anche nei momenti di massima pressing degli avversari.

Peggiore in campo: Llama. Nominare lui come peggiore in campo nel Catania non è una novità. Le sue prestazioni disastrose non fanno più notizia mentre la sua presenza in campo è un mistero degno della migliore Agatha Christie.

Arbitro: Marco Monaldi (Macerata); Assistenti: Andrea Torresan (Bassano del Grappa) e Marco Ceolin (Treviso)

L’Urlo

Mostra di più

Salvatore Giuffrida

Classe 70. Giornalista per passione ma nella vita passata chimico e topo di laboratorio. Un buon vino ed un piatto tipico sono sempre ben accetti. Per gli animali un amore sconfinato.

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker