fbpx
Cronache

Catania, percettori RdC lavoreranno in aziende private

Catania, percettori del Reddito di Cittadinanza lavoreranno in aziende private. Individuate ben 600 persone, tra i percettori del Reddito, che hanno qualifiche professionali specifiche. Perché non sfruttare i loro titoli per l’interesse del cittadino e della territorialità? Questa la domanda che ha fatto da leitmotiv all’iniziativa, che partirà dai primi giorni di gennaio. Le seicento persone, inizieranno a svolgere la propria attività lavorativa nelle aziende della provincia di Catania, come tirocinanti, per una durata di 6 mesi. Oltre al contributo percepito saranno retribuiti con ulteriori 600 euro, grazie a un finanziamento comunitario del Pon.

«Si concretizza un progetto di grande valore per le aziende locali- afferma il Sindaco Pogliese- per sostenere persone emarginati del mondo del lavoro e hanno dovuto ricorrere al Reddito di cittadinanza». Il primo cittadino catanese, inoltre, ringrazia chi ha collaborato per la messa in atto dell’iniziativa, come l’assessore regionale Scavone «per il grande lavoro che sta svolgendo in un momento difficilissimo per la nostra regione sotto il profilo dell’assistenza alle famiglie disagiate, ma anche gli assessori comunali Lombardo e Balsamo, la commissione straordinaria di Misterbianco e il sindaco Carrà con l’assessore Lipera di Motta Sant’Anastasia e i responsabili con i funzionari del Cple dell’Anpal».

G.G.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button