fbpx
CronacheMafiaNewsNews in evidenza

Catania: palco abusivo per compleanno. E’ “Saru ‘U Russu” il boss festeggiato

E’ un personaggio di spicco della mafia catanese l’uomo per cui si stava approntando un palco per una festa di compleanno (a cui avrebbero probabilmente partecipato anche alcuni cantanti neomelodici), operazione poi interrotta dai carabinieri, in quanto priva delle necessarie autorizzazioni.

Si tratta di Rosario Lombardo, 47 anni, meglio conosciuto come “Saru U Russu”, che, secondo gli investigatori, ha una posizione di vertice nella famiglia “Santapaola Ercolano”. Molto vicino al boss Giuseppe Mirabile, oggi collaboratore di giustizia, Lombardo è indicato come il braccio destro di Daniele Nizza per la gestione delle piazze di spaccio. I Nizza sono un gruppo da tempo emergente dello spaccio di droga a Catania.

Rosario Lombardo è stato condannato, lo scorso anno, in primo grado a 20 anni nel processo “Stella Polare” (operazione contro il traffico di stupefacenti), nello stralcio che si è celebrato con il rito abbreviato. Stessa pena per mafia e droga gli è stata inflitta dal Gup Panzano nel processo “Ghost”.

Di recente, invece, è stata annullata un’ordinanza nei suoi confronti per quanto riguarda l’omicidio di Franco Palermo, ucciso nel 2009 davanti alla sala Bingo di via Caronda a Catania.

Tags
Mostra di più

Marco Benanti

45 anni, ex operaio scaricatore alla base di Sigonella, licenziato in quanto “sgradito” al governo americano per “pensieri non regolari”, ex presunto “biondino” dell’agenzia Ansa, ex giocatore di pallanuoto, ex 87 chili. Soggetto sgradevole, anarchico, ne parlano male in tanti, a cominciare da chi lo ha messo al mondo: un segno che la sua strada è giusta. Ha, fra l’altro, messo la sua firma come direttore di tante testate, spesso solo per contestare una legge fascista di uno Stato postfascista che impone di fatto un censore ad un giornale (e in molti hanno, invece, pensato che lo ha fatto per “mettersi in mostra”). E’ da sempre pubblicista, mai riconosciuta alcuna pratica per professionista, nemmeno quelle vere. Pensa di morire presto, ma di lui – ne è certo- non fregherà niente a nessuno. Nemmeno a lui.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.