fbpx
CronacheNews

Catania, meno reati ma più sanzioni alle attività commerciali

Buone notizie per tutti i catanesi che, rispetto al 2014, vivono in una città più sicura. Secondo i dati statistici presentati dalla Questura, nell’ultimo semestre dello scorso anno, i reati sono diminuiti da 5429 a 5205. Un decremento che è continuato nel primo trimestre 2015.

Ad aumentare, anche solo del 4%, i reati contro il patrimonio, come furti e rapine, forse a causa della grande crisi, economica e lavorativa, che sta colpendo il Centro Sud. A bilanciare questo aumento, l’intensificare delle anzioni di contrasto, salite al 17%. Diminuiti, invece, i reati contro la persona, “soprattutto – si spiega nel report –  gli omicidi per mano di mafia”.

Intensificate anche le attività di controllo degli esercizi pubblici. Solo nel mese di marzo, come emerge dal prospetto riepilogativo, sono state elevate contravvenzioni per un totale di quasi 40 mila euro. Non sono pochi, infatti, i locali che hanno subito sanzioni per differenti violazioni, dalla vendita di alcolici dopo la mezzanotte all’occupazione di suolo pubblico.

E’ soprattutto quest’ultima violazione che risulta fortemente praticata nella città etnea. Su 20 attività controllate, il 50% di esse sono state multate per occupazione abusiva di suolo pubblico. E non si tratta esclusivamente di locali piccoli e sconosciuti, ma anche grandi nomi al centro della città (v.link).

Inoltre, ben 6 sono stati i locali chiusi perché frequentati da pregiudicati, tra cui un noto chiosco in piazza Vicerè, 4 le discoteche abusive diffidate a cessare, e, in materia di giochi, 14 provvedimenti fra revoche, rigetti, sospensioni e cessazioni.

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker