CronacheNewsSenza categoria

Catania, la protesta dipendenti Coop Sims contro Asp

La protesta dei lavoratori della Coop Sims ha avuto il suo effetto: il vice-prefetto catanese Rosa Maria Monea ha ascoltato ed accolto stamattina la richiesta di incotrare i vertici dell’Asp 3 insieme al presidente della VI Commissione Sanità Pippo Di Giacomo. Il confronto avverrà entro fine mese e verterà sul pericolo di sostanziali modifiche al contratto di lavoro n quanto, secondo gli esponenti della Cgil, non fa riferimento al CCLN.

Giacomo Rota, segretatio provinciale cgil ha dichiarato ai nostri microfoni: “Il contratto che viene utilizzato è fatto con un sindacato non rappresentativo, firmatario di nulla. Così noi porteremo i lavoratori a guadagnare 3 mila lire, perchè si fa un ribasso bestiale”. Il sindacato in questione sarebbe il Fismic Catania, il quale avrebbe firmato l’accordo con il Cnai. “Se non dovessimo avere le giuste soddisfazioni – prosegue Rota – è chiaro che tireremo dritto sia sotto il profilo legale che della protesta, molto più dura di quella di adesso.”

La vicenda gira attorno ad un bando di gara dal valore presunto di 4 milioni e 200 mila euro per l’affidamento dei servizi di portierato/uscierato, della durata di tre anni e rinnovabili per altri tre, pubblicato nell’agosto 2013. Ciò che non ha convinto chi contesta è l’offerta presentata dalla ditta Ati, costituita dalla capogruppo Ksm Service srl e la mandante Sicilia Police srl. Per 1 milione e 400 mila euro la Ati ha vinto l’appalto, a discapito di Rti Eurosafety/Miles e la Sims Soc. Cooperativa, senza però far tacere la Commissione Aggiudicatrice, la quale tuttavia, dopo aver valutato eventuali anomalie, ha dichiarato la somma “congrua, in quanto ritenuta nel suo complesso affidabile e conveniente”.

Non sembra d’accordo però la Cgil Catania, che in un comunicato esprime dubbi sulla “decisione dell’Asp 3 di assegnare la gara d’appalto dei servizi ad una coop che ha proposto un ribasso del 30 per cento”. Per concludere, afferma Rosaria Leonardi, “possiamo già dedurre dal bando di gara che c’è stata una decurtazione delle ore.” Per la responsabile al Dipartimento del Lavoro Pubblico Cgil “ci sarà spazio soltanto per una ventina di lavoratori ed il bando è fatto soltanto per le mansioni di uscierato e portierato, mentre i lavoratori della Coop Sims in realtà avevano lavorato e lavorano nei servizi amministrativi”.

Foto cataniatoday.it

 

Tags
Mostra di più

Alberto S. Incarbone

21 appena compiuti ed una vita da studente davanti, di fronte a me vedo sempre nuove vie d'uscita. Gioco a fare il giornalista da quasi due anni, collaborando con TRA tv e Il Mercatino, anche se qualche volta mi diletto a fare il cameriere. Amo viaggiare a piedi per la Sicilia, ma soprattutto parlare, parlare con i vecchi. Radio, televisione, carta stampata e web non mi bastano: sogno una terra vergine da esplorare, in cui comunicare col pensiero. Nel frattempo mi trovate in giro ad intervistare qualcuno, sperando di fare domande intelligenti.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.