La Satira di TotòPrimo PianoSatira

Catania è ufficialmente morta

Catania tocca con mano gli effetti del dissesto: è ufficialmente morta. Così, l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Salvo Pogliese e il suo consiglio si trasferiscono in via Transito.

“Una scelta dolorosa ma inevitabile” (cit.)

Avvistati nella giornata di ieri il sindaco Salvo Pogliese insieme al vicesindaco e assessore al bilancio Roberto Bonaccorsi in via Transito. Una visita insolita che paventa l’imminente trasferimento in via Transito dell’intero consiglio comunale nella strada di Catania popolata in prevalenza da esercizi di onoranze funebri.

Il fatto è avvenuto mentre si consumavano le proteste dei lavoratori comunali che da oltre dieci mesi non percepiscono lo stipendio. “Enzo Bianco ha regalato il cappotto di legno alla città!”, commentano gli osservatori più cinici all’ombra del Castello Ursino.

In protesta anche le prefiche convocate dall’assessore Barbara Mirabella per esaltare il dramma della città defunta con le sue casse: è stato negato anche a loro il pagamento per l’attività di pianto di una tragedia tuttavia annunciata.

Le casse sono vuote e nulla si può fare se non vegliare il morto pregando affinché il governo centrale possa compiere il miracolo per la città di Catania e dare così un senso alle sofferenze patite dai cittadini.

Vignetta: Totò Calì

Text: Debora Borgese

 

 

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.