fbpx
CronacheMultimediaNews

Catania e il declino delle periferie e dell’immondizia

Accade a Nesima, nel popoloso quartiere catanese, discariche a cielo aperto e un bambino che cerca di recuperare il suo pallone

Via Ercole Marelli, Nesima, quartiere popoloso di Catania. In una domenica mattina un bambino gioca con il suo pallone, gioca da solo circondato dalla spazzatura, circondato dal limite superato della buona amministrazione, del buon senso, della civiltà. Il pallone cade tra i rifiuti e il bambino sta li a fissare, a cercare di capire come superare quel limite, come recuperare il suo pallone, il suo compagno di giochi.

Ma nonostante questo il bambino sa che non bisogna superare il limite, al contrario degli amministratori locali che il limite, della decenza, lo hanno superato in questi anni, generando l’ignobile scenario che si presenta davanti al bambino.

Il bambino lo sa e la politica no. La politica ci ha fatto i soldi negli anni con l’immondizia, generando buchi di bilancio, corruzione, ingiustizie e inquinamento. Relegando sempre più le periferie a cassonetto della città, perché li i turisti non ci arriveranno mai e quindi niente fioriere, niente pulizia, niente servizi, niente di niente. Solo una grossa montagna di immondizia, dove si perde un pallone e le speranze di un bambino che sa che dovrà superare il limite per continuare a giocare.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button