fbpx
Cronache

Catania, droga nascosta in bocca e negli slip: in manette due pusher

Finiscono in manette il 33enne Luigi Zuppardo e il 31enne Tony Cassola, entrambi di Rosolini, provincia di Siracusa ed entrambi ritenuti responsabili di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. I due pusher, vengono notati da una pattuglia, a bordo di una BMW, presso zona Piazza Caduti del Mare, il cossiddetto “Tondicello Playa”. Nello specifico, la condotta di guida attira le forze dell’ordine.

Un rapido controllo via radio, con la centrale operativa, inoltre, permette ai militari di intuire le intenzioni dei due giovani. Stavano, con molta probabilità, rifornendosi di stupefacenti nelle fiorenti piazze di spaccio nel quartiere di San Cristoforo. Pertanto, i Carabinieri, per non destare sospetti, attendono i 2 spacciatori, nei pressi del faro Biscari, per aspettare che la BMW andasse in direzione Siracusa. L’intuizione era giusta, la realizzazione meno. Infatti, nonostante le intimazioni di Alt con sirena e lampeggiante i due malviventi preferiscono darsi alla fuga in direzione della tangenziale. Forse l’avrebbero davvero fatta franca se non fosse intervenuto il Nucleo Radiomobile, che, ha costretto il guidatore della BMW in corsia d’emergenza.

Fuga e resistenza per uscire dall’auto

Ma una volta raggiunti, Zuppardo e Cassola non si dimostrano collaborativi, opponendo, invece, una resistenza
passiva. Ciononostante, i militari riescono a farli uscire dall’autovettura e sottoporli a perquisizione. Nella bocca del Cassola rinvenuti: 2 involucri di carta stagnola con 2 dosi di marijuana. Per una perquisizione nel rispetto della privacy, inoltre, i due malviventi vengono portati in caserma. È lì che il Zuppardo tenta il tutto per tutto inscenando un malore istantaneo. Ma il responso degli operatori del 118 ne accerta le buone condizioni di salute. Il malore improvviso, forse, è da attribuire alla presenza di un involucro di cellophane contenete 20 grammi di cocaina all’interno degli slip dell’uomo, nonché 300 euro, provento dello spaccio, nelle tasche dei jeans.
Entrambi gli arrestati, espletate le formalità di rito, sono stati posti agli arresti domiciliari in
attesa del processo per direttissima.

G.G.

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker