fbpx
CronacheNews

Catania: denunciato un incensurato per ricettazione, rivendeva su internet i pezzi dei motocicli rubati

La polizia di Stato del Borgo di Ognina  ha deferito in stato di libertà l’incensurato catanese C. G. (classe 1976) per ricettazione, a seguito delle indagini scaturite da due denunce di furto di motociclo compiuti all’interno della “cittadella universitaria”.

Grazie alle segnalazioni fatte dalle  due vittime dei furti che hanno comunicato alla Polizia di  aver riconosciuto molte parti delle   loro moto – corredate da foto – poste in vendita su di un sito di e-commerce. E’ stato quindi possibile rintracciare l’utenza telefonica dell’ignoto inserzionista ed alcune foto relative alle parti dei motocicli ed altri utili elementi ai fini delle indagini.

Nella mattinata dello scorso 18 maggio, gli agenti di Polizia,   grazie alla loro attività investigativa sono riusciti ad  individuare l’autore mentre realizzava l’affare illecito ed a  raggiungerlo nel luogo  concordato per la vendita.

Gli Agenti di Polizia,  sono riusciti a convincere il giovane, facendogli credere di essere possibili acquirenti,  a poter visionare altre parti di moto, oltre a quella portata al seguito. La Polizia è riuscita anche ad i individuare, in una via limitrofa un garage/deposito utilizzato del giovane e a  rinvenire tutte le parti dei due motoveicoli, totalmente smontati, ad eccezione dei rispettivi organi propulsori, telai e targhe.

Il personale di Polizia Scientifica ha eseguito rilievi fotografici. La refurtiva, in ordine alla quale il C. G. non è stato in grado di dimostrare il legittimo possesso, è stata posta in sequestro e affidata in giudiziale custodia al soccorso stradale. Ulteriore attività info-investigativa è tutt’ora in corso al fine di appurare eventuali responsabilità penali nell’intera attività delittuosa in capo ad altri due soggetti, pure identificati.

Significativo è stato  altresì il rinvenimento di un plico, contenente parte di refurtiva, già pronto per la spedizione.

Sono state inoltre  elevate contestazioni connesse all’ esercizio abusivo di officina meccanica, con relativo sequestro di attrezzature, con  sanzioni pari ad euro 5.000, nei confronti di uno degli altri soggetti identificati.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker