fbpx
CronachePrimo Piano

Catania-Casertana a porte chiuse, Pogliese: “Penalizzazione inaccettabile”

Dopo il match Catania-Casertana, avvenuto a porte chiuse a causa del non raggiungimento dei 105 steward richiesti degli dalle Autorità per una gara ritenuta ad alto rischio, si esprime il sindaco Salvo Pogliese.

«Il clima surreale nel Massimino deserto in cui si è svolta la gara con la Casertana, è una penalizzazione inaccettabile per la passione delle migliaia di tifosi. Le evidenti difficoltà societarie non possono condizionare oltremodo l’andamento di una stagione agonistica che tutti speravamo fosse quella della svolta. È arrivato il momento di fare chiarezza sulle prospettive di un patrimonio che prima ancora che alla proprietà e all’amministratore delegato, appartiene ai tifosi in una parola alla Città di Catania», si legge in una nota.

«Noi siamo pronti a fare la nostra parte, avviando un percorso di confronto con gli organi societari. Saranno rappresentate le esigenze di una piazza che non può rassegnarsi al declino e alla rassegnazione. In tante occasioni, alcune anche drammatiche, questa comunità di cittadini ha dimostrato di sapersi rialzare. Occorre uno sforzo congiunto di umiltà, generosità e lungimiranza per risalire la china. Il palazzo del Municipio è sempre aperto per tracciare un piano di rinascita con la dirigenza pro tempore del Calcio Catania Spa. Già da subito -conclude Pogliese- siamo disponibili con l’assessore allo sport Sergio Parisi, a un primo incontro. Sarà segnato un nuovo corso chiaro, limpido e trasparente da comunicare alla Città, alla tifoseria e gli abbonati».

E.G.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button