fbpx
CronacheNewsSport

Catania-Avellino, 2 arrestati e 2 denunciati fra gli ultras irpini – VIDEO

Due arrestati e due denunciati tra i tifosi irpini arrivati a Catania per l’incontro del 29 marzo allo stadio “Angelo Massimino”. Tra gli spettatori della partita anche un gruppo di una ventina di tifosi del Messina gemellati con i tifosi irpini.

Ingenti i servizi per la gestione dell’ordine pubblico predisposti dalle forze dell’ordine. Al momento dell’ingresso in campo delle tifoserie, verso le ore 15,30, i tifosi irpini si sono accalcati ai tornelli spintonando il personale steward preposto all’interno del tornello e spodestandoli dalla postazione che consente l’apertura dei tornelli mediante un pulsante ed iniziava ad azionare il dispositivo, consentendo così l’accesso senza nessun controllo a tutti gli altri ultras avellinesi.

Soltanto l’intervento delle forze dell’ordine è riuscito a riportare la situazione alla normalità. Al termine dell’incontro, nel momento dell’uscita dei tifosi dal settore ospiti, è stato predisposto un ulteriore servizio finalizzato alla identificazione di vari soggetti al fine di risalire ai responsabili. Attraverso le immagini delle telecamere di sicurezza è stato possibile identificare quattro tifosi avellinesi, di cui due sono stati tratti in arresto in stato di flagranza differita  (Vincenzo Stella e Giovanni Iannuzzi) e due denunciati in stato di libertà.

I due arrestati sono accusati di violenza o minaccia nei confronti degli addetti ai controlli dei luoghi ove si svolgono le manifestazioni sportive e travisavamento in luogo aperto al pubblico al fine di eludere il loro riconoscimento.  A carico di Stella – sprovvisto di biglietto e di tessera del tifoso – risultano precedenti per furto aggravato (2006), falsificazione di monete (2013), ricettazione in concorso (2013), reati inerenti gli stupefacenti (2014). Già sottoposto, inoltre, al provvedimento del D.A.SPO. nel 2006 per furto in concorso commesso in un autogrill in occasione di una trasferta della tifoseria della squadra dell’Avellino.

Un altro ultras avellinese, L.C.A.C., è stato denunciato in stato di libertà per il medesimo reato di violenza o minaccia ai danni di incaricato di pubblico servizio. Dopo aver tentato di forzare il meccanismo elettronico ai tornelli, non riuscendoci, ha aggredito verbalmente lo steward che si trovava dal lato interno cercando inoltre di colpirlo con la cintura dei pantaloni. Un altro tifoso irpino, L.A. di anni 34, è stato  deferito in stato di libertà per avere superato indebitamente la separazione dell’impianto sportivo ed essersi successivamente posto al comando di un tornello che regola l’accesso al settore ospiti consentendo così l’accesso indiscriminato a numerosi tifosi avellinesi. Il Questore di Catania, applicando la normativa in materia di contrasto a fenomeni di illegalità e violenza in occasione di manifestazioni sportive, ha emesso nei loro confronti il D.A.SPO. con obbligo di comparizione.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker