fbpx
CronacheNews in evidenza

Asp: Catania si consolida Rete Civica della salute

Si è svolta oggi, presso la Direzione generale dell’Asp di Catania, una riunione operativa per lo sviluppo della Rete Civica della Salute nella provincia di Catania.

Presenti il dr. Giuseppe Giammanco, direttore generale dell’Asp Catania; il dott. Emilio Grasso, direttore dell’Ufficio scolastico regionale VII ambito territoriale di Catania; il dr. Franco Luca, direttore sanitario dell’Asp di Catania; il dott. Pieremilio Vasta, presidente della Conferenza dei Comitati consultivi delle Aziende sanitarie siciliane; la prof.ssa Angela Longo, referente dell’Ufficio scolastico regionale VII ambito territoriale di Catania; i direttori dei Distretti sanitari dell’Asp di Catania; i dirigenti scolastici e i referenti della salute degli Istituti scolastici della provincia (IC Diaz-Manzoni di Catania; IC Di Guardo-Quasimodo di Catania; ITI Archimede di Catania; IC Verga di Viagrande; CD di Sant’Agata Li Battiati; LC Verga di Adrano; Liceo Secusio di Caltagirone; IC Scandura di Aci Catena; IIS Brunelleschi di Acireale; CD Don Lorenzo Milani di Randazzo; III IC di Giarre; IIS Amari di Giarre; III CD di Paternò; I Virgilio di Paternò; IC Blandini di Palagonia).

«Ogni azione rivolta all’educazione e alla formazione sanitaria delle giovani generazioni rappresenta il miglior investimento per il futuro, per la salute dei nostri figli e per il benessere delle nostre società – afferma il dr. Giammanco -. La Rete Civica della Salute rappresenta davvero una opportunità di crescita civica nel senso della partecipazione e della consapevolezza dei cittadini».

La RCS in Sicilia ha lo scopo di migliorare la comunicazione in ambito sanitario, sensibilizzare e facilitare l’educazione alla salute ed alla legalità e si inserisce nella cornice di un’azione di politica sanitaria indirizzata alla migliore sinergia dei tre livelli di responsabilità pubblica del Sistema salute: Comuni, Scuole, Aziende sanitarie.

«Siamo impegnati, a più livelli, nella promozione e nella valorizzazione della Rete Civica – dichiara il dott. Grasso – , al fine di favorire non solo il coinvolgimento degli alunni e delle loro famiglie, ma anche la piena collaborazione delle Scuole della provincia in quanto luoghi in cui le giovani generazioni possono acquisire la cultura della responsabilità civica e sperimentare contributi allo sviluppo della comunità».

Il progetto della RCS si fonda sull’idea che “cittadini informati” e consapevoli possono essere protagonisti attivi delle scelte relative alla propria salute.

«La RCS – spiega il dott. Vasta – è uno strumento qualificante del sistema fondato sulla reciproca collaborazione tra operatori, pazienti, istituzioni e cittadini, teso al miglioramento complessivo del Servizio sanitario regionale nell’interesse proprio e della collettività».

Sono già oltre 14000 in provincia di Catania, e oltre 40.000 in Sicilia, i cittadini che si sono registrati sul portale www.retecivicasalute.it. Nei prossimi mesi sono in programma diversi incontri di presentazione della RCS nei Comuni della provincia.

«La capacità di cambiamento del sistema oggi si fonda anche sulla partecipazione civica – afferma il dr. Luca -. In questo senso la RCS diventa attore del cambiamento perché attraverso la sua azione contribuisce alla diffusione di una nuova cultura della salute. Sono tre, in particolare, i temi sui quali penso che sia possibile sperimentare una significativa sinergia: vaccinazioni; antibiotico terapia; uso dei servizi».

Nel corso della riunione sono stati discussi numerosi temi relativi alla promozione della salute: dall’allattamento al seno, ai quaderni di gravidanza; dalla donazione del sangue e degli organi, alle vaccinazioni; dalla prevenzione degli indicenti domestici, all’informazione sui farmaci gratuiti…

Fra le iniziative promosse dalla RCS, di particolare interesse sono le “Pillole della salute”, brevi notizie “certificate” riguardanti campagne informative sanitarie; prevenzione e promozione della salute; informazioni sulla conoscenza e il corretto utilizzo dei servizi sanitari erogati dalla propria Azienda di appartenenza, che ciascun iscritto alla RCS riceve periodicamente.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button