fbpx
Senza categoria

Catanese ucciso di botte all’uscita di una discoteca romana

Prima lo hanno aggredito in due, poi si sono aggiunti altri tre buttafuori. E Giuseppe Galvagno, catanese di 50 anni da tempo trapiantato a Roma dove gestisce alcuni bed&breakfast nella zona di San Giovanni, è stramazzato a terra nel parcheggio davanti alla discoteca San Salvador in viale dell’Oceano Atlantico, all’Eur. Quando la compagna lo ha trovato privo di sensi ha cercato di rianimarlo e ha dato l’allarme al 118. Il cinquantenne è poi morto due ore dopo al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Eugenio.

A quanto ricostruito finora, sembra che Galvagno si sia recato la sera tra sabato e domenica nel locale del quartiere Eur assieme alla compagna, un’infermiera che lavora in un ospedale della Capitale più giovane di lui di qualche anno. Durante la serata, probabilmente a causa di qualche bicchiere di troppo, ha avuto una discussione con un altro cliente della discoteca. A scatenarla forse qualche apprezzamento fatto alla donna di quest’ultimo o un urto accidentale.

I carabinieri del Nucleo investigativo di via In Selci, coordinati dal procuratore aggiunto Maria Monteleone e dal pm Eleonora Fini, hanno fermato cinque addetti alla sicurezza del locale accusati di concorso in omicidio volontario.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button