fbpx
CronacheEconomia

Caso Qe’, l’assessore pronta ad un intervento

L’assessore regionale alle attività produttive Mariella Lo Bello è pronta ad un intervento per il caso del call center Qe’ di Paternò. L’assessore  Lo Bello, durante il faccia a faccia con i sindacati a Palermo, si è detta disponibile ad intervenire subito  sia presso le committenti, sia  presso il Ministero, per evitare che vertenza  si riduca ad una mera gestione di esuberi.

Nel corso dell’incontro è stata evidenziata la gravità del momento attuale con la quale   i lavoratori del Qè, le loro famiglie e il territorio fanno giornalmente i conti, chiedendo un intervento sulle committenti principali inbound Enel e Inps e  sulle committenti outbound Wind e Sky, per “tentare di bloccare eventuali cambi appalto, poiché ciò si tradurrebbe nella perdita di circa 600 posti di lavoro”.

Slc e Fistel chiedono un impegno adeguato da parte della Regione affinché venga avviato  un ‘tavolo di crisi’ presso il Ministero dello Sviluppo Economico. La delegazione sindacale della Slc Cgil e Fistel Cisl esprime “apprezzamento per l’impegno dell’ assessore Lo Bello” e reputa “importante il ruolo garante della Regione Sicilia quale attrice principale in questa dura lotta di sopravvivenza civile e democratica”.

Aggiungono Foti e  D’Amico: “La vertenza non può essere isolata nel solo territorio catanese. L’impegno della Regione a sollecitare un “tavolo”  al Mise diventa imprescindibile rispetto alle difficoltà territoriali. Siamo relativamente soddisfatti per la strada che stiamo imboccando. Vogliamo crederci e lottare per arrivare ad una soluzione di continuità occupazionale”.
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button