fbpx
Sport

Caso Castro: la Fifa respinge il ricorso.

Piomba come un macigno sul Catania la decisione di quest’oggi della FIFA di respingere il ricorso presentato dal club rossazzurro avverso il -6 per il “Caso Castro”.

La vicenda, come noto, è relativa al mancato pagamento di alcune rate al Racing per l’acquisto del centrocampista argentino.

La società sud americana si era rivolta alla FIFA ma l’accordo, messo nero su bianco, tra le due società era già stato trovato pochi giorni prima che l’organo internazionale aprisse il procedimento sanzionatorio.

Il Catania non starà mani nella mani ma presenterà immediato ricorso al Tas di Losanna sperando di ottenere dal Tribunale Arbitrale dello Sport almeno uno sconto di pena.

Lo Monaco intervenuto ai microfoni di Mondo Catania ha spiegato:

Accade di frequente, soprattutto nei trasferimenti internazionali, che le società creditrici minaccino di interessare la giustizia sportiva, ma raramente quest’ultima viene tirata in ballo, Non ci si guadagna nulla. Il Racing ha chiesto di punire il Catania coi sei punti di penalità, per spingere gli argentini a tanto, i rapporti col Catania dovevano essere tutt’altro che buoni. Sarebbe bastato dare al Racing un anticipo, anche cinquanta lire, per evitare che la questione arrivasse alla giustizia sportiva e generasse la penalizzazione». Ma le cinquanta lire, a quel tempo, o non c’erano o comunqe non sono state spedite in Argentina. La speranza ce l’ho sempre. Non sarà facile convincere i giudici del Tas, anche se in passato è capitato che ribaltassero sentenze della disciplinare

L’a.d. etneo, come riporta il sito ufficiale, mercoledì 5 ottobre alle 17.00 interverrà in sala stampa, a Torre del Grifo Village, per incontrare i giornalisti e gli operatori dell’informazione. Fino al termine della gara con il Messina, non saranno previste ulteriori conferenze stampa.

 

 

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button