fbpx
CronachePrimo Piano

Caso Buscema, l’associazione Artemisia prende le distanze dal Presidente dell’Ordine dei Medici

Riceviamo e pubblichiamo comunicato dell’Associazione Artemisia che, in relazione agli ultimi aggiornamenti riguardo al caso Buscema, si discosta dal Presidente e si dissocia dalle decisioni e dai comportamenti tenuti dalla maggioranza dei consiglieri dell’Ordine.

Artemisia, associazione scientifica catanese, nasce nel marzo 2017 anche in seguito ad un progetto del Prof. Massimo Buscema in contrapposizione e disparitaà di vedute con una importante Società Scientifica Nazionale di Medicina Generale.

L’Associazione Artemisia conta in questo momento un alto numero di iscritti e raccoglie oltre i MMG, anche medici specialisti territoriali ed ambulatoriali.

In seguito alle recenti vicissitudini e contrasti nell’ambito dell’Ordine dei Medici tra il presidente e cinque consiglieri dimissionari (Lucio Di Mauro, Nino Rizzo, Emanuele Cosentino, Lia Lo Gerfo, Alfio Pennisi) ai quali va la nostra solidarietà nonché sostegno, ed al mancato patrocinio in sede civile della collega Serafina Strano ed agli altri fatti incresciosi che si sono verificati successivamente, l’Associazione intende prendere distanza e si dissocia dagli intendimenti dell’Ordine.

Artemisia si sarebbe aspettata con atteggiamento responsabile anche le dimissioni del Presidente Buscema, cosa che il consigliere dimissionario dr. Antonino Rizzo, in maniera limpida e sincera, ha fatto rimettendo anche l’incarico di direttore di Catania Medica, nonché quello di Coordinatore della Scuola Di Medicina Generale.

Alla luce di tutto ciò l’Associazione auspica che non si realizzino logiche spartitorie sui futuri assetti, privilegiando nelle scelte la professionalità, la competenza, la condivisione di obiettivi e soprattutto la lealtà ed il rispetto verso il nostro Ordine professionale e tutta la classe medica.

In conclusione Artemisia, tramite il consiglio direttivo, si dissocia dalle decisioni e dai comportamenti tenuti dalla maggioranza dei consiglieri dell’Ordine, consistenti nel mancato rispetto della progettualità, delle idee e della programmazione che ne avevano determinato la nascita col patrocinio del Presidente Dell’Ordine.

EF.

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.