fbpx
NewsSport

Casertana-Catania 2-0. Rossazzurri inconcludenti in avanti, scelte di Pancaro da rivedere

CASERTANA-CATANIA 2-0

MARCATORI: 23′ Alfageme, 41′ Mancosu

CASERTANA (3-5-2) Gragnaniello, Rainone, Idda, Murolo, Mangiacasale (dal 38′ Finizio), Agyei, Capodaglio, Mancosu, Tito, Negro (dal 77′ Pezzella), Alfageme (dal 63′ De Angelis). A disp.: Maiellaro, Guglielmo, D’Alterio, Kuseta, Rajcic, Ciotola, Cesarano, De Filippo, Ginestra. All. Romaniello.

CATANIA (4-3-3)  Bastianoni, Garufo, Pelagatti, Bergamelli, Nunzella, Scarsella (dal 74′ Barisic), Agazzi, Castiglia, Russotto (dal 63′ Di Grazia), Calil, Calderini (dal 46′ Falcone). A disp.: Ficara, Parisi, Bacchetti, Russo, Bastrini, Lulli, Rossetti. All. Pancaro

ARBITRO Giovani della sezione A.I.A. di Grosseto

AMMONITI: Scarsella, Alfageme, Pelagatti, Gragnaniello

PAGELLE:

Bastianoni 4.5

Garufo 5

Pelagatti 5.5

Bergamelli 5.5

Nunzella 5 (dal 74′ Barisic s.v.)

Scarsella 5

Agazzi 4.5

Castiglia 5.5

Russotto 5 (dal 63′ Di Grazia 5.5)

Calil 6

Calderini 5 (dal 46′ Falcone 6.5)

Un Catania lezioso e inconcludente rimedia la prima sconfitta stagionale a Caserta. Finisce 2-0 per i padroni di casa, che complice un terreno al limite della praticabilità e una serata da dimenticare dei rossazzurri si portano in testa alla classifica del girone C di Lega Pro. Etnei leziosi e poco lucidi in tutti i reparti del campo, fascia sinistra presidiata da Nunzella in costante difficoltà sugli attacchi di Mangiacasale. Le scelte del tecnico Pancaro questa volta appaiono rivedibili soprattutto tra i pali dove un incerto Bastianoni regala il raddoppio ai rossoblù su un uscita a dir poco spericolata in scivolata. Troppo frettolosa probabilmente la decisione del tecnico rossazzurro di accantonare Liverani dopo quattro ottime partite da titolare.

Il vantaggio della Casertana arriva al 23′ con Alfageme abile ad insaccare sotto porta sugli sviluppi di un cross proveniente dalla sinistra. Nonostante una serata da dimenticare per il Catania, gli uomini di Pancaro hanno avuto diverse occasioni per raggiungere il pari con Scarsella e Calil. Nel momento di maggiore pressione degli ospiti, la Casertana raddoppia con Mancosu che sfrutta l’uscita improvvida del numero uno etneo. I Padroni di casa potrebbero addrittura triplicare con Negro che spara alto da posizione favorevolissima. Reazione troppo sterile degli uomini di Pancaro che nel secondo tempo non impensierisco la squadra del tecnico Romaniello e rimediano una pesante sconfitta che lascia gli etnei al sest’ultimo posto a quota 5 punti.

In mezzo al campo Agazzi è apparso troppo timido sin dal primo minuto per caricarsi la squadra sulle spalle e dettare i tempi di gioco, il recupero di Musacci sarà fondamentale per il prosieguo del campionato. In avanti l’ingresso di Falcone ha ridato maggiore vivacità al reparto avanzato etneo, apparso statico e troppo prevedibile per i difensori avversari. Prestazione da dimenticare per Bastianoni che già nella sfida interna vinta per 4-1 sul Catanzaro aveva lasciato trasparire diverse incertezze in uscita.

 

 



Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button