fbpx
Cronache

Casabianca (Aasi): “Nel triage strumenti a disposizione delle ambulanze”

“Purtroppo la situazione è la stessa nei diversi Pronto Soccorso della Sicilia”. È l’amara riflessione di Stefano Casabianca, presidente Aasi, associazione autisti soccorritori italiani, sul nostro articolo   “Acireale: ambulanze trattenute dal Ps per mancanza di attrezzature”.

“Basterebbe una spesa minima, circa 30mila euro, per evitare tutto ciò. In passato – spiega Casabianca- avevamo proposto di dotare i triage di materiali che andassero a sostituire quelli utilizzati sul momento dal Pronto Soccorso, i cosiddetti box di ripristino, ma è stato un buco nell’acqua”.

Non sarebbe il caso di dotare inizialmente le strutture con i materiali?

“Alcune attrezzature, come per esempio i collari, non possono essere tolti fino agli esami  di controllo. L’ambulanza rimane quindi sguarnita finché il paziente non è stato controllato e, spesso, ci vogliono delle ore. Con la nostra proposta, le ambulanze sarebbero sempre attive perché ci sarebbe un circolo di materiali. È tutto per il bene del paziente”

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker