fbpx
CronacheMultimediaNews

Caronia, i roghi “misteriosi” per spillare soldi alla Regione VIDEO

Niente autocombustione o misteriosi campi magnetici, a causare i roghi di Canneto di Caronia più semplicemente era la mano dell’uomo. E a causarli era un insospettabile. I carabinieri hanno, infatti, arrestato il 26enne Giuseppe Pezzino, figlio del presidente del comitato cittadino delle vittime degli incendi “inspiegabili”, ripreso in flagranza dalle telecamere installate dai militari dell’Arma in alcuni luoghi del paese.

Il giovane avrebbe agito con la complicità del padre (a cui è stato notificato un avviso di garanzia), per chiedere ed ottenere indennizzi economici dalla Regione Siciliana. Il giovane ora si trova ai domiciliari, lontano però dal comune

Era il 2004 quando iniziarono gli incendi nella frazione Marina. Da quel momento i Vigili del Fuoco avevano censito circa 40 casi ed il sindaco aveva persino emesso alcune ordinanze per lo sgombero di alcuni edifici. Sugli inspiegabili incendi si erano sviluppate diverse teorie: dai campi magnetici, autocombustione e persino la presenza degli Ufo.

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker