CronacheEventiPrimo Piano

Carnevale dei fiori, presentato il programma

Il programma del Carnevale dei fiori di Acireale è stato presentato ieri, in conferenza stampa, dalla Fondazione.

Le novità al Carnevale dei fiori

Nonostante il ritardo nella presentazione, il programma del Carnevale dei fiori di Acireale promette di non deludere. Il Carnevale dei fiori andrà in scena sabato 27, domenica 28 aprile e martedì 1 maggio.

«Una volta staccata una costola del Carnevale, vogliamo dare una naturale continuazione alla kermesse», ha dichiarato Giulio Vasta, direttore artistico della manifestazione. «Per questo motivo, parliamo di Carnevale dei fiori e non più di Festa», continua il direttore. «Tre giorni ricchi che renderanno la nostra città ancora più bella del solito».

A farla da padrone sarà, come di consueto, la sfilata dei carri infiorati a cui si intreccerà per la prima volta l’esibizione di 4 carri allegorici in cartapesta. «Abbiamo ricevuto numerose richieste da varie parti d’Italia per portare nuovamente in strada le composizioni in cartapesta».

«Oltre alle sfilate dei carri ci saranno tante altre attività», continua Vasta: «sbandieratori, bande musicali, fontane di luci, attività gastronomiche e concerti in piazza».

Ritardi e obiettivi

A testimoniare il leggero ritardo della fondazione in merito all’organizzazione dell’evento è la mancata pubblicazione del programma sulle principali piattaforme del web. Risulta infatti ad oggi difficile reperire il programma del Carnevale dei fiori sulle piattaforme ufficiali. L’unico programma in circolazione è al momento quello cartaceo mentre risulta in fase di aggiornamento la pagina facebook dell’evento.

Di contro, sul sito del Comune è presente solamente un riquadro colorato, senza ulteriori dettagli, il sito ufficiale del Carnevale invece è fermo a febbraio. Sempre sul web, il sito della fondazione riporta solo la storia della “festa dei fiori” senza altre notizie, e sempre in tema festa dei fiori risulta ancora attivo un sito dell’anno scorso.

Stando a quanto annunciato in conferenza stampa sul desiderio di rendere Acireale meta turistica, forse bisognerebbe impegnarsi di più. A distanza di neppure quindici giorni dall’evento e considerando il ponte del primo maggio forse si è un poco in ritardo per intercettare i flussi turistici del periodo.

«Stiamo cercando di spingere per attirare turisti», ha affermato il Sindaco Stefano Alì. «A breve apriremo un info-point dedicato a chi visita Acireale e cercheremo di tenerlo aperto anche la domenica».

«Stiamo lavorando per aprire il Museo Diocesano e renderemo fruibile per il Carnevale dei fiori il giardino dei cappuccini», ha concluso.

Il programma

Sviluppata su tre giornate, la manifestazione inizierà sabato 27 alle 17:30 con una cerimonia di apertura cui seguirà alle 18:30 l’inizio della sfilata dei carri infiorati.

Anche per il Carnevale dei fiori, come per quello invernale, sarà previsto un ticket d’ingresso giornaliero di 5 euro.

La prima serata del carnevale dei fiori sarà chiusa dal concerto dei Brigantini, alle 21:30 in Piazza Duomo.

Domenica 28, le opere in fiore resteranno esposte in mostra prima di iniziare la sfilata alle ore 17.

Alle 20:30 poi avrà inizio l’esibizione in piazza della Sicily Folk Orchestra.

Martedì 1 maggio,ultima giornata della manifestazione, in mattinata andrà in scena la festa degli aquiloni artigianali.

Dopo la consueta sfilata dei carri, la manifestazione continuerà con uno spettacolo di fontane danzanti e giochi di luci.

Alle 21:30, in piazza Duomo, lo spettacolo continuerà con il concerto dei Baciamolemani.

Fissata per le 23:30, infine, la premiazione delle opere floreali e la chiusura del Carnevale.

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.