fbpx
CronacheNews

Carnevale 2016, Belcuore: “Ad Acireale c’è un problema di ricettività “

Dopo la presentazione ufficiale della della programmazione del “Più bel Carnevale di Sicilia 2016” di Acirealecominciano a delinearsi moltissime differenze rispetto al precedente anno, iniziando proprio dal fatto che i carri presenti nel circuito, che torneranno a sfilare, sono quelli dello scorso evento. Il motivo è quello di ripresentare i carri, penalizzati dalle piogge che hanno colpito lo scorso Carnevale. Non sfileranno neanche le macchine infiorate per dare spazio alla destagionalizzazione e al Carnevale dei Fiori che si terrà dal 23 al 25 aprile, vera novità di questa amministrazione. Non è prevista neanche la premiazione finale, ma solo un contributo per i carristi stimato in c.a 10.000 di euro, per consentire la parata. In complesso, il programma sembra più contenuto nei temi.

Ottimista il sindaco Roberto Barbagallo che tiene a precisare ” Anche questo anno sarà  un carnevale di transizione,  pur essendoci concentrati sul ripristino degli  immobili (la cittadella ndr), abbiamo voluto continuare la tradizione senza bloccarlo, siamo certi di portare a conclusione i lavori affinchè si possa essere pronti per il carnevale 2017 , per il quale si può pensare a mettere in atto il pagamento di un tiket, tenendo conto ovviamente anche dei fattori di rischio che ciò può comportare; abbiamo chiesto all’assessore regionale Anthony Barbagallo, oltre al contributo previsto per la manifestazione, anche un supporto per la realizzazione di infrastrutture atte a portare avanti la tradizione della cartapesta; stiamo puntando – continua il sindaco – anche sui 3 giorni di Aprile 23-24-25 , che vedrà il Carnevale dei fiori,  per portare avante il progetto di destagionalillazione, e favorire l’offerta turistica”.

E di turismo parliamo con il Dr. Antonio Belcuore, che prende il posto della Sig.Ra Rosita Romeo nella Fondazione, e  sembra avere le caratteristiche più adatte  a ricoprire tale ruolo, poiché proveniente dal settore turistico alberghiero.

Dr. Belcuore lei  ha competenze nel settore, ha previsto strumenti atti a capire, a fine Kermesse, in cosa si traduce l’incoming turistico e in che termini per l’indotto?

«Stiamo pensando ad  una ipotesi di collaborazione con l’Università di Catania in maniera da analizzare e certificare i movimenti del carnevale, per poter individuare quale potrebbe essere  l’indotto che ne può beneficiare di più, fermo restando le potenzialità della manifestazione ,  c’è da tenere conto anche del periodo in cui si propone la manifestazione,  febbraio, e l’unica tipologia turistica trainante del periodo  è quella della settimana bianca. Da ciò infatti  la scelta dei tre giorni di aprile, per far si che i turisti che viaggiano in determinati periodi, possano scegliere Acireale, piuttosto che un’altra località.»

Sono state coinvolte le strutture alberghiere ?

«Abbiamo coinvolto il presidente degli  albergatori di Acireale, Santo Primavera, componente del  comitato tecnico scientifico della fondazione Carnevale,  ma dobbiamo tenere conto del fatto che Acireale conta 400 posti letto, la chiusura dell’Excelsior Palace di Acireale, nonché la mancata apertura della Perla Ionica, comportano un problema di ricettività,  l’investimento del carnevale deve essere ponderato, perciò   tentiamo di fare del Carnevale una manifestazione da distretto,   siamo capofila e cercheremo di coinvolgere anche le strutture vicine»

Secondo lei, può costituire un problema, la sfilata di carri dell’anno precedente?

«No, perché  le pessime condizioni del tempo dell’anno scorso, non hanno consentito a tutti di ammirare e valorizzare i carri»

In futuro avremo un carnevale diverso?

«Secondo il mio parere il carnevale deve essere un mix di tradizione ed innovazione, l’artigianato della carta pesta va valorizzato anche se deve rinnovarsi nel modo di fare le opere, l’anno prossimo la cittadella sarà pronta è già questo per gli artigiani è un grande passo avanti.»

Dello stesso parere è il presidente della fondazione Antonio Coniglio, nella breve intervista.

[youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=k4MceNhkyTc&feature=youtu.be” width=”500″ height=”300″]

A questo punto non rimane che seguire la kermesse e vederne gli sviluppi.

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button