fbpx
LifeStyleMusicaPersonaggi

Carmen Consoli si racconta ai piccoli di Librino

«Se devo dire una cosa la dico cantando, per me è normale. Me lo ha insegnato papà: mi accompagnava alla chitarra e io cantavo qualsiasi cosa. È così che ho imparato ad esprimermi attraverso la musica».

Carmen Consoli si racconta ai piccoli del quartiere di Librino. Loro la accolgono in musica, sulle note di Rosa Balistreri. I ragazzi dell’orchestra Musica Insieme a Librino si presentano così alla cantantessa, in un tripudio di archi e fiati.

IMG-20170612-WA0006Sono radunati sotto i portici della parrocchia Resurrezione del Signore in viale Castagnola a Librino: qui, ogni settimana, partecipano alle lezioni collettive dei maestri di canto e strumento. Il metodo è quello Abreu: si suona tutti insieme, così anche chi ha iniziato da pochi mesi dà il suo contributo e apprende dagli altri oltre che dagli insegnanti.

«La musica insegna tanto: insegna il rispetto, insegna le regole, insegna lo stare insieme». È così che la direttrice d’orchestra Alessandra Toscano e l’insegnante di violino Valentina Caiolo presentano a Carmen Consoli i piccoli musicisti. Il più piccolo ha sei anni e suona il violino. I più grandi adesso sono i maestri dei nuovi arrivati.

Gli strumenti li ricevono in regalo dal Rotary, con la promessa di non lasciarli mai su uno scaffale a prendere polvere.

Una catena di musica e tempo dedicato, gratuitamente.

IMG-20170612-WA0004«Vedere il bello in questa società sembra complicato. Per voi poi è più difficile rispetto alla mia generazione, ma la musica può tutto». Esordisce così Carmen Consoli parlando ai ragazzi.

La cantantessa arriva puntualissima, ascolta, li applaude e risponde alle loro domande. Racconta del papà Giuseppe, chitarrista, che le ha trasmesso l’amore per la musica. E della nonna Carmela, preoccupata del fatto che lei volesse diventare cantante.

«Pensava che sarei andata al nord e che avrei perso il mio accento. Viri chi pinzeri! Perché voleva che suonassi, ma per esprimere quello che ho dentro. Non per il successo».

I ragazzi sono lì dalle 9:30. Prove su prove per essere perfetti. «Avete trasformato il mio umore stamattina», confessa Carmen. «Quando sono entrati i violoncelli m’arrizzanu i carni» dice ad Alessandra Toscano e Valentina Caiolo.

IMG-20170612-WA0002Ma è ai ragazzi che è dedicata questa lezione speciale: «Trasformate ogni avversità in opportunità, perché l’importante non è partire dalle cose brutte ma saperle trasformare».

Con coraggio, come Rosa Balistreri, «che era una che scriveva le sue cose, diceva quello che pensava e non aveva paura».

Poi canta con loro: «Solista? No. Il coro è coro perché si canta insieme».

 

Le fotografie che vedete in questo articolo sono di Fabio Scuto

 

Mostra di più

Lucia Murabito

Frenetica, curiosa, testarda. Odio il silenzio e lo stare con le mani in mano. Se fossi una borsa sarei sicuramente uno zainetto da trekking: leggero, per viaggiare solo col necessario. Instabile come un composto chimico: vivo la mia vita a 100km/h con la profonda convinzione che chi si ferma è perduto. Lingua pungente e penna ficcante. Laureata in Scienze della Comunicazione, giornalista e comunicatrice. Potenziale leader ma solo se dietro le quinte. Amo le nuove sfide e sporcarmi le mani.

Potrebbe interessarti anche

Back to top button