fbpx
CronacheNews in evidenzaPolitica

CARA di Mineo, la direzione provinciale PD chiede scioglimento del Consorzio

“Le recenti vicende giudiziarie relative alla gestione del C.A.R.A. di Mineo e connesse all’inchiesta Mafia Capitale impongono anche al Partito Democratico una profonda riflessione sui fatti in questione e una presa di posizione ferma e inequivocabile”, queste le parole presenti nell’ordine del giorno portato avanti dall’on. Beretta durante la direzione provinciale del Partito Democratico di Catania. I militanti siciliani chiedono lo scioglimento e il successivo commissariamento del Consorzio che gestisce il CARA, attualmente il centro d’accoglienza più grande d’Europa.
Troppe ombre sul centro di accoglienza di Mineo, riguardo alla sua gestione e agli annessi criteri di assegnazione, che fino ad ora vedono intrecciarsi interessi di varia natura: politica, cooperative e altre associazioni umanitarie si spartirebbero la grande fetta di fondi inviati dall’Europa, speculando sulla questione delicatissima degli immigrati.
Le politiche d’immigrazione sono sempre più oggetto di discussione politica. A mettere la lente d’ingrandimento sulla questione sono stati gli ultimi scandali nazionali. Dall’inchiesta “Mafia Capitale” è stato appurato che la gestione dei richiedenti asilo fruttava ingenti somme di denaro all’organizzazione di Carminati & co.
Negli ultimi giorni a tenere banco è lo scandalo appalti scoppiato all’interno del Nuovo Centro Destra, che ha visto le dimissioni del ministro Lupi dal dicastero delle infrastrutture e dei trasporti. Scandalo la cui deflagrazione è arrivata fino in Sicilia: Giuseppe Catiglione, ex presidente della provincia di Catania, adesso in quota NCD – ricopre il ruolo di sottosegretario all’agricoltura -, adesso è indagato proprio in seguito ai fatti sulla gestione del centro accoglienza. Sembra che il sottosegretario alfaniano abbia affidato un appalto di 97 milioni di euro con un ribasso dell’1%, questo quanto emerge dall’autorità Anticorruzione.
Avvenimenti su cui fare chiarezza e che hanno spinto la direzione provinciale del Partito Democratico a chiedere lo scioglimento e quindi il commissariamento dell’attuale Consorzio, con le eventuali azioni da attuare. Il documento che ha visto il parlamentare Beretta primo firmatario è stato presentato nel corso della direzione provinciale dei democratici da Tania Spitaleri, consigliere comunale di Giarre. L’iniziativa è stata accolta in modo favorevole dalla maggioranza della direzione, approvato con un solo voto contrario.
Questa richiesta mira a sensibilizzare tutti i componenti politici locali e nazionali. Gli attuali metodi non possono fronteggiare i vari problemi che l’immigrazione pone, dal terrorismo all’integrazione: il Partito Democratico, con tale documento, chiede espressamente di “ superare l’attuale modello di gestione con il ridimensionamento dei centri di accoglienza, favorendo modelli di accoglienza diffusa e si impegna a promuovere un’azione di verifica e rispetto dei diritti umani”.

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker