fbpx
GiudiziariaNews

Castiglione indagato per il Cara di Mineo

Catania –  Giuseppe Castiglione indagato nell’inchiesta sul centro di accoglienza di Mineo. A dare la notizia il quotidiano La Sicilia, secondo cui il sottosegretario all’agricoltura sarebbe stato raggiunto da un avviso di garanzia in qualità di ex commissario del Cara e quindi ex soggetto attuatore. “Non ne sapevo nulla e ho appreso tutto dalla stampa” ha dichiarato Castiglione, mentre ancora nessuna dichiarazione è stata rilasciata dalla Procura etnea.

Insieme a lui, anche altri 10 soggetti, accusati a vario titolo di abuso d’ufficio e turbativa d’asta. Ancora da verificare la possibilità delle accuse per voto di scambio. Tra loro anche Anna Aloisio, sindaco di Mineo e dall’anno scorso alla guida del “Consorzio calatino terra di accoglienza” che raggruppa i comuni del comprensorio, che secondo il presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione Raffaele Cantone, avrebbe istituito una gara senza alcun criterio di economicità.

L’inchiesta che parte da quella principale di Mafia Capitale, che ha visto protagonista Luca Odevaine, si divide adesso in due fascicoli seguiti dalla Procura di Caltagirone, competente per territorio, e la Procura di Catania per i reati di immigrazione. Sarebbe stato proprio Odevaine a parlare di Castiglione durante una telefonata su un pranzo avvenuto in vista di una gara da aggiudicare.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.