CronacheMultimediaNews

Cappellani consegna il Premio Arancini e Pizzette VIDEO

Nel vedere Ottavio Cappellani che consegna il premio giornalistico “Arancini e Pizzette” trascorro 5 minuti sublimi.

Sì, quest’anno tra il serio ed il faceto abbiamo lanciato questo concorso, decidendo di assegnare un riconoscimento al peggiore ed al migliore giornalista siciliano dell’anno.  A votare siete stati voi lettori dell’Urlo e siete stati tanti, ciò significa che, anche se scherzavamo, il mestiere del giornalista ancora non vi è indifferente.

L’occasione è stata buona per parlare di noi, giornalisti e per lanciare delle scommesse su chi avrebbe vinto (non lo nego). Abbiamo avuto modo di scoprire il volto di Mario Barresi, premiato come migliore, che ha abituato i suoi lettori a riconoscerlo, più che dai tratti somatici, dalla stilistica dei suoi articoli sulla Sicilia. Abbiamo rivisto, sì lui lo conosciamo dai tempi della Sette, Antonio Condorelli premiato come peggior giornalista, con la sua sempiterna aria crucciata ed il suo ipad pronto forse, anche durante la premiazione, a lanciare una sensazionale esclusiva.

Ed ora fuori la verità, questo premio nasce per vedere chi consegna il riconoscimento, ovvero lo scrittore Ottavio Cappellani. All’inizio della premiazione, si chiede perché io abbia scelto proprio lui, ma la risposta è semplice “Ottavio tu sei bellissimo!”.  Sei un angelo delle vocali e delle consonanti, colui che danza amabilmente con le parole e che spara la verità con tanto sarcasmo, senza alla fine lasciarci neanche l’amaro in bocca, seppure i tuoi scritti siano tanto crudi. Per l’anno prossimo ti prometto il tuo giusto “sfincione”, anche se sei riuscito a rendere le idee con il solo e misero cono.

Grazie a Mario e ad Antonio, i due grandissimi giornalisti premiati.

 

 

Ma lo “sfincione” era anche per me??

 

 

 LE VOTAZIONI

Thanks to Vincenzo Barbagallo, Desiree Sicilia e Guido Messina (riprese e montaggio)

Tags
Mostra di più

Fabiola Foti

36 anni, mamma di Adriano e Alessandro. Giornalista da 18 anni, può testimoniare il passaggio dell'informazione dal cartaceo al web e, in televisione, dall'analogico al digitale. Esperta in montaggio audio-video e in social, amante delle nuove tecnologie è convinta che il web, più che la fine dell'informazione come affermano i "giornalisti matusa", rappresenti una nuova frontiera da superare. Laureata in scienze giuridiche a Catania ha presentato una tesi in Diritto Ecclesiastico. Ha lavorato per: TRA, Rei Tv, Video Mediterraneo, TeleJonica, TirrenoSat, Giornale di Sicilia. Regista e conduttrice del format tv di approfondimento Viaggio Nella Realtà. Direttore di SudPress per due anni. Già responsabile Ufficio Stampa per Società degli Interporti Siciliani e Iterporti Italiani. Già responsabile Comunicazione e Social per due partiti. Attualmente addetto stampa del NurSind Catania, sindacato delle professioni infermieristiche. Fondatore della testata online L'Urlo.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.