fbpx
CronachePrimo Piano

Caos vaccini ad Aci Catena

File interminabili già dalla notte. Genitori mandati via

È caos vaccini ad Aci Catena, dove per poter vaccinare i propri figli bisogna mettersi in fila già dalla notte. È il racconto di una nostra lettrice, la nonna di una bambina di due mesi alle prese con il primo vaccino.

«Sapevamo già –  ci racconta –  che saremmo dovute arrivare molto presto. Ed è per questo motivo che sono andata a fare la fila all’Asp, mentre mia figlia con mia nipote mi avrebbe raggiunto dopo con più calma. Di certo non mi potevo aspettare questo».

Il “questo” è un vero caos: già alle 6,30 del mattino, su un foglio c’era già segnate 60 persone, quando in media l’ambulatorio non ne fa più di 25 al giorno.

«Ho visto genitori che avevano dormito in auto pur di vaccinare i propri figli – continua –  e quel che è peggio è stata la disorganizzazione nello stesso ambulatorio». La nostra lettrice, infatti, racconta di una infermiera che anzichè portare ordine ha lasciato gli utenti allo sbaraglio «Mi ha messo i numerini in mano e mi ha detto “sbrigatevela voi”.»

Solo la civiltà delle persone non ha fatto si che finisse in rissa.

In rissa perchè la tensione era già altissima, tanto che sono stati chiamati i Carabinieri  e i vigili urbani per chiedere al medico di fare un’eccezione e rimanere aperto un’ora in più per poter “smaltire” la folla. Ma molti sono dovuti tornare a casa senza aver concluso niente, con la necessità di dover richiedere un altro permesso di lavoro per vaccinare i figli.

In alcuni comuni sono state disposte delle aperture straordinarie per evitare il sovraccarico, così come in altre sedi è stato disposta la prenotazione telefonica per organizzare meglio il lavoro.

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button