fbpx
NewsSport

Caos Calcio Catania, nuove scottanti intercettazioni telefoniche: “Pulvirenti si è già mangiato 12 milioni e mezzo”

E’ soltanto all’inizio l’inchiesta “I Treni del Gol” partita dalla procura di Catania,  all’indomani, infatti, della notizia shock del coinvolgimento diretto dei vertici societari etnei nella compravendita di partite del campionato cadetto appena concluso al fine di garantirsi la permanenza in serie B, quest’oggi il nuovo scandalo che ha investito il martoriato mondo del pallone si è arricchito di ulteriori capitoli. Nell’abitazione di Giovanni Impellizzeri (agente di scommesse sportive on-line) sono state rinvenute ingenti somme di denaro contante, la maggior parte occultate nel controsoffitto, per un totale di oltre 100 mila euro nonché, presso l’ufficio, un localizzatore di microspie a radio frequenza. Nell’abitazione romana di Piero Di Luzio è stato invece trovato il libro mastro  contenente dei chiari riferimenti al Catania Calcio ed alle somme di denaro versate.

Se ciò non bastasse, nella giornata odierna sono emerse ulteriori scottanti intercettazioni telefoniche dopo quelle rese pubbliche nella giornata di ieri dagli investigatori in cui lo stesso Pulvirenti si informava sulle partenze e sugli arrivi dei “treni”.

Sulla presunta combine di Catania-Ternana, quest’oggi, il portale Ternananews.it ha pubblicato alcune conversazioni telefoniche . Due i giocatori umbri su cui sono ricaduti i sospetti degli inquirenti, Jens Janse e Pasquale Fazio. Al telefono  Daniele Delli Carri e Piero Di Luzio parlano della retrocessione in B degli etnei e del “paracadute” di dodici milioni e mezzo già fatto fuori da Pulvirenti:

Di Luzio: l’altro anno non ce l’ha?
Delli Carri: eh capito?
Di Luzio: lui è retrocesso l’altr’anno?
Delli Carri: e si dodici milioni e mezzo ha preso oh!!
Di Luzio: e già se li è mangiati tutti?
Delli Carri: si…secondo me si…vedendo i numeri si Piero io ho visto i numeri secondo me si
Di Luzio: e quindi l’altr’anno come la fa la squadra a vincere?
Delli Carri: be infatti è quello che voglio capire…ma io gli ho dato una idea io gli ho dato una idea…lui mi ha chiesto a me a Pescara come avevo fatto
Di Luzio: si ma mica ti può lasciare a scadenza?
Delli Carri: e io ho un anno ancora oh!
Di Luzio: appunto dico…quando finisce sto campionato mica ti può lasciare
Delli Carri: infatti voglio capire per bene Piero…voglio capire per bene che cosa hanno intenzione di fare

Di Luzio: ti deve minimo allungare un anno
Delli Carri: io mi sto interessando di altre cose Piero…altre squadre eh
Di Luzio: ma hai parlato con qualcuno?
Delli Cari: no c’ho una cosa che stiamo cercando di capire in tutti i modi che non si riesce a capire che è la Ternana che sembrerebbe che l’hanno venduta con un preliminare di accordo con una persona che martedì o mercoledì dovrebbe incontrare il papà di Flavia
Di Luzio: a be buono
Delli Carri: capito?
OMISSIS
Di Luzio: ma a te la non ti piacerebbe rimanere?
Delli Carri: io qua mi sto trovando bene mi piacerebbe rimanere ma con dei presupposti Piero..
Di Luzio: va be penso che anche lui vorrà trovare i presupposti…troverà l’appoggio troverà chi lo aiuta pure lui vorrà far equalcosa
Delli Carri: Pier Piero io ha guardato i conti ieri Piero…ho guardato tutti i conti…c’è qualcosa che non me li da…pure Alessandro…Alessandro non viene pagato da sei mesi eh
Di Luzio: quindi a questo amico sta fattura mi sa che gliela “zotti”? fai una figura del cazzo che non la finisci più eh..

Delli Carri: nooo ma noo te lo devo spiegare ma te lo devo spiegare a voce come stanno le cose…lui c’ha i conti bloccatii conti ufficiali bloccati
Di Luzio: no ma all’amico gliel’abbiamo promesso che gliela pagavamo
Delli Carri: noooo ma quella…a Pie quella cifra la …io non sto parlando di quella cifra de la Piero…quella è una cifra de merda

Di Luzio: sii lo so lo so
Delli Carri: sai quanto serve l’anno prossimo? di intervento…io ho visto i conti ecco perché ti ho detto
Di Luzio: quanto serve?
Delli Carri: dieci milioni di euro
Di Luzio: da immettere dieci milioni?
Delli Carri: da immettere dieci milioni! e lui ha i conti bloccati Pieroo perchè lui ha un concordato in atto per il fallimento della Wind Jet capito ed è tutto bloccato…gli ufficiali ti sto dicendo capito? quindi no so che cosa hanno in testa..perchè ieri in un’ora e mezza di riunione di mattina…ad un certo punto quando siamo arrivati al dunque ha detto no no basta io mi sono stufato andiamocene andiamo a fare una passeggiata come se volesse evitare capito? io guardando i numeri ho chiesto una mano pure a Bonato stasera per comprarmi Castro…mo’ mi ha detto vediamo un attimo se ti posso aiutare..
Di Luzio: cioè tu pensi di risolvere facendo il mercato a luglio?
Delli Carri: bravissimo bravissimo ma un mercato da cinque milioni poi ci deve mettere altri cinque…ma il problema grande è che tu non puoi fare grandi interventi
Di Luzio: è bloccato il finanziario…in Lega? in lega?
Delli Carri: eeeh capito?

Sul presunto match combinato Catania-Ternana i due si esprimono in questi termini:

Delli Carri: si
Di Luzio: e mandani qualcuno a prenderli alla stazione…questi…e…partono con il treno delle 2 e 13 (n.d.r. i calciatori della Ternana n. 2 JANSE Jens e n. 13 FAZIO Pasquale Daniele)
Delli Carri: delle 2 e 13 partono?
Di Luzio: si…si
Delli Carri: va bene…
Di Luzio: mandami qualcuno…trattameli bene che sono amici bravi…
Delli Carri: si si…non ti preoccupare…non ti preoccupare…
Di Luzio: va bene…ok…
Delli Carri: va bene…ok…
Di Luzio: ciao…

Di Luzio: pronto!
Delli Carri: eccomi…stavo parlando con il magistrato…parlavo con il magistrato…apposto quella cosa l’ha smezzata (n.d.r. pagamento per Catania-Ternana)
Di Luzio: ah…proprio smezzata mezzo mezzo?
Delli Carri: ma…si si…però…penso giovedì…penso giovedì…poi domani mattina te lo dico
Di Luziio: no no fai così guarda…mettila per venerdì in mattinata
Delli Carri: no Pie perchè mi sa che devo venire io..
Di Luzio: e va be ho capito…venerdì è festa…io parto giovedì notte e venerdì mattina posso stare la 

Pulvirenti e Cosentino verranno ascoltati dal Gip lunedi a Catania, Daniele Delli Carri, Piero Di Luzio, Fernando Arbotti e Fabrizio Melotti, verranno interrogati ma non a Catania.

Siamo soltanto all’inizio dell’inchiesta che quasi certamente lascerà soltanto macerie e marchierà indelebilmente i colori rossazzurri, che c’è da scommettere verranno portati in alto, qualunque sia la categoria di appartenenza, dall’unica componente sana rimasta: la splendida tifoseria etnea che si è ritrovata in piazza Dante per dissociarsi “dall’operato” dei vertici societari e manifestare l’amore per la maglia investita da uno tsunami di proporzioni gigantesce.

pulv

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker