fbpx
CronacheNews in evidenza

Cantiere Catania: la posizione dei sindacati su Zona Industriale

Ben venga il modello concertativo della “Cabina di regia” del Cantiere Catania, e ben vengano le proposte del Comune di Catania, ma i sindacati catanesi chiedono che la Zona Industriale, alle cui problematiche oggi è stato dedicato il confronto tenutosi nello stabilimento ST, venga riqualificata al più presto.

È questo il messaggio principale rivolto alle istituzioni cittadine, che i segretari di Cgil, CISL, UIL e Ugl Giacomo Rota, Maurizio Attanasio, Salvo Bonaventura (confederale), Giovanni Musumeci insieme a Nunzio Turrisi (Filca), Stefano Materia (Fiom), Giovanni Pistorio (Fillea), Gerry Magno (Filctem), Piero Nicastro (Fim), Giuseppe Caramanna (Uilm), Angelo Mazzeo (Uglm) e Rosaria Leonardi (confederale Cgil) hanno affidato ad una nota congiunta.

I rappresentanti dei lavoratori sottolineano in particolare la necessità che accanto alle idee già dotate di progettazione, «prenda il via subito anche la fase di realizzazione, così come il sindaco Bianco e l’Irsap hanno dichiarato di voler fare. Chi lavora ha bisogno di risposte concrete e a breve termine, così come di servizi di prossimità alle aziende, a volte anche necessarie alla sopravvivenza, come ad esempio una caserma dei Vigili del Fuoco e un presidio di primo soccorso che consentirebbero di dormire sonni tranquilli almeno sotto il profilo di buona parte dei problemi legati alla sicurezza».

Concludono Cgil, CISL, UIL e Ugl e le sigle di categoria: «Ribadiamo l’importanza del ruolo di mediazione del primo cittadino ma è necessario passare ai fatti in tempi brevi. Il ruolo del sindacato nella cabina di regia è legato esclusivamente alla tutela delle norme contrattuali e all’effettiva spesa delle risorse disponibili. Il territorio, le imprese e i lavoratori necessitano di risposte concrete».

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button