fbpx
Cronache

Cannizzaro: “Assunti 60 infermieri in meno di un anno”

Arriva la risposta del Cannizzaro alla nota del Nursind, che in questi giorni aveva denunciato la carenza di personale nell’azienda ospedaliera, soprattutto in diversi reparti.

“Con riferimento alle notizie diffuse dal NurSind circa la dotazione di personale infermieristico in servizio all’ospedale Cannizzaro di Catania, l’Azienda ribadisce il pieno rispetto di ogni norma in materia di reclutamento e copertura dei posti vacanti, come rappresentato al Prefetto di Catania e alla stessa organizzazione sindacale.

Infatti, la dotazione organica di 643 infermieri, richiamata anche da NurSind, è stata approvata con decreto assessoriale n. 629 del 31/03/2017 e successivamente adottata con delibera n. 1496 del 19/05/2017, previa informazione alle organizzazioni sindacali rappresentative della dirigenza e del comparto, tra le quali lo stesso NurSind. Entrambi gli atti rispettano le “linee di indirizzo regionali per la rideterminazione delle dotazioni organiche delle Aziende del servizio sanitario regionale” (Decreto Assessoriale n. 1380 del 05/08/2015). Come riconosciuto da NurSind nella sua nota, i posti di infermiere allo stato vacanti sono 12, su una pianta organica di 643 unità: si tratta, quindi, di meno del 2%.

Per la piena copertura di questi posti, gli uffici stanno profondendo il massimo sforzo, attingendo alla graduatoria del concorso del 2012. Dopo il riavvio delle procedure di reclutamento disposto dall’Assessorato regionale, in meno di un anno, l’Azienda ha nominato 144 infermieri; di questi, allo stato in 60 hanno accettato la nomina e sono stati assunti (una è in maternità ed entrerà in servizio a novembre). Le procedure per la copertura dei posti vacanti di collaboratore professionale sanitario – infermiere sono in atto e proseguono secondo le modalità indicate da apposita direttiva regionale, nel rispetto delle previsioni di legge e dei diritti dei lavoratori.

Per quanto riguarda il personale di supporto OSS (Operatore Socio Sanitario) previsto nella citata dotazione, così come richiesto dalle organizzazioni sindacali in delegazione trattante, l’Azienda, prima di avviare qualsiasi forma di reclutamento dall’esterno, ha avviato la procedura per la selezione interna del personale con qualifica di ausiliario socio sanitario e operatore tecnico addetto all’assistenza (OTA) che, ai sensi del decreto assessoriale n. 2533 del 02/12/2001, ha frequentato uno specifico corso di formazione e pertanto ha titolo a concorrere alla suddetta selezione. Dopo aver constatato il numero di personale idoneo che ha superato la selezione, si procederà al reclutamento dall’esterno per i posti che rimarranno vacanti, nel rispetto della programmazione del fabbisogno di personale per il triennio 2017-2019 adottato con delibera n. 2135/2017.

L’Azienda considera pretestuoso insistere su tale argomento, peraltro già discusso con le organizzazioni sindacali, anche perché l’ospedale già dal 1989 ha esternalizzato le attività socio-sanitarie prevedendo, tra le prestazioni che il personale deve rendere, anche quelle di collaborazione con l’infermiere per atti di accudimento semplici al paziente.”

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.